Normativa auto euro 6: info utili

1414 0
1414 0

Al giorno d’oggi, limitare le emissioni di Co2 è fondamentale se si desidera salvaguardare l’ambiente che ci circonda. A tale scopo, sono state realizzate varie regolamentazioni, tra cui, la normativa auto euro 6.

AUTO EURO 6: LA NORMATIVA

Questa direttiva, in vigore dal 2014, stabilisce che tutte le nuove automobili immesse nel mercato europeo devono avere determinati standard in materia di emissioni di sostanze inquinanti. In particolare, la norma si concentra sulla diminuzione di determinati composti chimici, quali il monossido di carbonio, il particolato (ossia il pulviscolo atmosferico) e gli ossidi di azoto.

Grazie alla normativa auto euro 6 vengono finalmente posti dei limiti all’emissione delle sostanze inquinanti, sia per i veicoli a benzina, sia per quelli diesel. I livelli di inquinamento atmosferico saranno quindi sempre più bassi e ci sarà un netto miglioramento della qualità dell’aria che respiriamo.Oltre alle misure già elencate atte a migliorare la salubrità dell’aria, questa regolamentazione ha introdotto anche dei limiti di costruzione per quanto riguarda le aziende produttrici di veicoli con motore. Nonostante l’euro 6 sia una normativa piuttosto recente, alcune automobili potrebbero essere soggette a divieti di circolazione, a seconda delle emissioni prodotte.

EURO 6 : QUATTRO CLASSI DIVERSE

Euro 6 è categorizzata in quattro diverse classi, denominate Euro 6a, 6b, 6c e 6d. All’interno della classe Euro 6a rientrano tutti i veicoli immatricolati dopo gennaio 2016, i cui valori per le emissioni di CO2 corrispondono a 0,5 gr/km per le auto a benzina, 0,080 per quelle diesel e 0,005 g/km per il particolato. Euro 6b differisce dalla classe 6a soltanto per le emissioni di particolato, che scendono a 0,0045 g/km. Per quanto riguarda la classe 6c, occorre precisare che, rientrano al suo interno i veicoli immessi nel mercato a settembre 2018. In questo caso vengono ulteriormente ridotte le emissioni la cui rilevazione deve essere fatta per mezzo di un determinato test, il WLTP. Infine, la classe Euro 6d sarà attivata a gennaio 2020, per tutti i veicoli immatricolati nel 2021.

Grazie a questa direttiva le auto a motore sono sicuramente penalizzate, soprattutto a causa dei divieti di circolazione; ne deriva però un grosso vantaggio, ossia, la salvaguardia ambientale e conseguentemente, un aumento della qualità della nostra vita. Il futuro dei veicoli con motore è messo a dura prova non soltanto dalla normativa Euro 6, bensì anche dalla continua crescita delle aziende produttrici di automobili e mezzi di trasporto elettrici, che grazie alla loro efficienza e ad un impatto ambientale pari a zero, stanno diventando sempre più apprezzati.

Ultima modifica: 18 febbraio 2019