Noleggio limousine: tutti i documenti necessari

437 0
437 0

Apprestarsi al noleggio limousine fa parte di una stretta cerchia di mercato capace di sopravvivere soltanto in poche città del Bel Paese, tra cui spicca prorompente Milano. Difatti scegliere il lusso e potersi permettere di mantenerlo, come in questo caso, è un fattore strettamente legato al reddito medio pro-capite che nella Capitale della Moda italiana, attestandosi tra i più alti, permette di godere di una forchetta più ampia di potenziali clienti. Quindi Milano, spiccando per un bottino economico di tutto rispetto sul territorio italiano, è facilmente divenuta la regista di questo lussuoso mercato del noleggio riservato a pochi eletti.

Noleggio limousine: Milano

Il capoluogo della Lombardia, infatti, potrà beneficiare di un’ampia gamma di limousine disponibili ma anche una vasta scelta di trovare rivenditori autorizzati a tale noleggio. A grandi linee questa nicchia di mercato fa presa su due diversi clienti: gli sporadici ed i benestanti.

Gli sporadici sono quei clienti che solitamente non richiedono tali servizi ma che possono optare per il noleggio di una limousine a causa di eventi straordinari, come matrimoni o feste di gala, ma anche semplici aperitivi con gli amici o capatine in discoteche esclusive dove, proprio a Milano, pare siano molto in voga tra le persone che vanno dai 25 ai 40 anni.

Nel caso degli sporadici, inoltre, si tratta spesso e volentieri di prenotazioni che variano tra 24 e 48 ore al massimo. Facile intuire come noleggiare una limousine soltanto per 1 o 2 giorni sia alla portata di un ampio bacino d’utenza che, però, sempre più frequentemente si priva della possibilità di guidare un auto di tal prestigio noleggiando anche un conducente, come la netiquette legata ad addii al nubilato/celibato, matrimoni o meeting suggerisce.

Questione completamente ribaltata per i benestanti che non disdegnano di noleggiare una limousine per periodi lunghi, spesso legati a viaggi di piacere o lavoro dove dare una buona impressione di stabilità economica legata alla propria immagine. Quindi, al mezzo di trasporto ad essa legata, risulta di fondamentale importanza per la carriera professionale.

I noleggiatori

I noleggiatori applicano di frequente degli sconti legati a periodi completi, come una settimana o un mese continuativi, per incentivare ulteriori clienti a provare o riprovare i loro servizi ed, in questo caso, a beneficiarne son proprio i benestanti che potranno strizzare l’occhio al lungo periodo, curandosi meno dell’aspetto economico.

Importante sottolineare, però, che tali sconti risulteranno assenti o talmente bassi da apparire irrilevanti per limousine dai brand rinomati, come Lincoln o Hummer. Infatti, i marchi automobilistici punteranno più sulla quantità di noleggi piuttosto che accrescere ulteriormente il loro marchio, già molto conosciuto.

Requisiti fondamentali per noleggio limousine

Quando ci si appresta a noleggiare una limousine è necessario fornire i seguenti documenti per poter concludere la transazione con la società: patente di guida, documento di riconoscimento, età minima variabile a seconda delle specifiche presenti sulla patente del guidatore e dimostrazione effettiva che la modalità di pagamento scelta sia attiva e possa adempiere alla totalità del costo da sostenere.

Patente di Guida

Al momento del noleggio la patente di guida sarà il requisito primario con la quale la società potrà constatare esperienza e diligenza del richiedente. La patente di guida dovrà necessariamente essere presentata come documento originale, ergo non saranno valide fotocopie o fotografie della stessa, in quanto soltanto così sarà possibile attestarne la reale natura.

La patente dovrà essere valida, ovvero che non necessiti di rinnovo, nel periodo che andrà dal momento del noleggio alla fine dello stesso, in moda che la società ed il guidatore siano tutelati in caso di problematiche varie, come eventuali sinistri o spese di manutenzione della vettura durante tale periodo. Inoltre, la patente dovrà essere in buone condizioni, cioè che sia totalmente leggibile in caso di dati e visionabile come foto del richiedente.

Come ultimo punto necessario, ma non in grado di importanza, che dovrà avere la patente di guida presentata sarà rappresentato dalla totale assenza di correzioni all’interno della stessa, a meno che queste ultime non siano state apportate dalle Forze dell’Ordine o da Organi Comunali della propria residenza.

Tre casistiche straordinarie

Vi sono tre casistiche possono palesarsi nel presentare la propria patente, come che la stessa sia in fase di rinnovo, o in fase di cambio residenziale oppure nel caso in cui sia stata distrutta, smarrita o sottratta.

  1. Nel primo caso, quando è in fase di rinnovo, potrà essere validata soltanto se presentata assieme ad un certificato medico che attesti l’attitudine psico-fisica del guidatore, assolvendo anche alla funzione di abilitazione valevole per 180 giorni dalla data di rilascio;
  2. Qualora, invece, apprestandosi a noleggiare una limousine la propria patente sia in fase di cambio residenziale bisognerà richiedere e, successivamente, presentare il modello emesso dal Comune per il cambio residenziale in modo che ne attesti l’attuale aggiornamento;
  3. In caso di distruzione, sottrazione o smarrimento sarà necessario presentarsi alla società di noleggio con un permesso provvisorio, con validità di tre mesi, che sarà rilasciato dalle Forze dell’Ordine. Se si è in possesso di patenti emesse da nazioni al di fuori della Comunità Europea sarà necessario esibire un permesso concesso dall’Ambasciata o dal Consolato del Paese di Provenienza, nel caso in cui tale documento non possa essere rilasciato dagli organi competenti il noleggio sarà immediatamente rifiutato. Nessuna richiesta supplementare oltre a quelle già citate per i possessori di patenti di guida rilasciate dalla Comunità Europea.

Documento di riconoscimento

Le uniche specifiche necessarie perché il documento di riconoscimento risulti valido ai fini del noleggio della limousine sono, semplicemente, la validità e la leggibilità dello stesso.

Verranno respinti, di conseguenza, carte di identità o passaporti oltremodo sgualciti, non integri, scaduti e/o illeggibili.

Età minima

Bisogna aver compiuto 21 anni per poter noleggiare una limousine (escludendo le auto L ed H) avendo, inoltre, una patente di guida regolarmente attiva da almeno 24 mesi.

Con queste specifiche il noleggiatore pagherà un supplemento quotidiano di € 20,17 per un massimo di 15 giorni.

I clienti che abbiano compiuto 25 anni ed abbiano una patente valida da almeno 12 mesi, invece, non dovranno adempiere ad alcun costo aggiuntivo.

Modalità di pagamento

Se ci si appresterà a pagare il noleggio con carta di credito (disponibile soltanto per Visa, American Express, Diners e MasterCard) sarà necessario che la stessa sia intestata al cliente richiedente.

In caso, infine, di pagamento in contanti o tramite assegno o bonifico bancario sarà necessario che prima tale denaro venga sottoposto a controlli di sicurezza per validarne la provenienza e ciò potrà richiedere da un minimo di 2 ad un massimo di 15 giorni.

Ultima modifica: 11 giugno 2020