Navigatore gratis, quali applicazioni scaricare

554 0
554 0

Quando si guida la propria automobile può capitare spesso di perdersi e di non riuscire a raggiungere la meta se non dopo aver chiesto ulteriori indicazioni a pedoni ed automobilisti e aver perso tempo alla ricerca della giusta direzione. Tutto questo se non si ha un navigatore di bordo.

Sull’app store presente sugli smartphone, sono però disponibili svariate applicazioni che possono essere sfruttate come un navigatore ma a costo zero e che includono le medesime funzionalità, anche più dettagliate, dei ben più tradizionali dispositivi usati come soli navigatori satellitari. Vediamo di seguito quali sono le app di navigazione scaricabili gratuitamente da uno smartphone esaminando le principali soluzioni per Android e iOS.

Navigatore gratuito: Google Maps 

Se si vuole scaricare un navigatore gratis, la prima soluzione che viene in mente è Google Maps. Si tratta del noto servizio di mappe del marchio Google disponibile come app per smartphone e tablet Android e per device iOS e che consente di trovare le destinazioni desiderate, ricevere indicazioni stradali ed effettuare il download di porzioni di mappa offline. Se si possiede uno smartphone o un tablet Android si può scaricare Google Maps sul proprio dispositivo, pigiando sull’icona di Google Play Store in cui risultano raggruppate tutte le app per poi procedere a scaricare e ad installare questo servizio, cliccando sul pulsante Installa che si trova nella parte in alto a destra della schermata.

Se invece si ha un iPhone oppure un iPad, si può scaricareGoogle Maps sul proprio dispositivo pigiando sull’icona di App Store presente in home screen, pigiando poi sul pulsante Cerca collocato nella parte bassa della schermata visualizzata e cercando“Google Maps” che si potrà a quel punto facilmente scaricare. Si può pigiare anche direttamene dal proprio dispositivo per collegarsi alla sezione di App Store dedicata a Google Maps. In seguito, cliccando sul pulsante Ottieni posto nella parte in alto a destra dello schermo e poi sul bottone Installa si potrà facilmente avviare prima il download e poi l’installazione completa dell’applicazione.

Per confermare l’operazione si dovrà digitare la password dell’ ID Apple (l’account creato quando è stato attivato l’ iPhone) oppure bisognerà cliccare sul sensore Touch ID del telefono (per un modello di iPhone pari o superiore al 5S). Dopo aver ultimato l’installazione, non rimane che pigiare sull’icona di Google Maps per iniziare ad usarla. Si possono selezionare anche i mezzi di trasporto attraverso i quali raggiungere la meta cliccando sull’icona dell’omino (autobus, tram, metro, auto). Se si scegliel’automobile come mezzo di trasporto preferito si riceveranno le indicazioni stradali per raggiungere la propria destinazione pigiando sul pulsante raffigurante una freccia di colore azzurro che si trova collocata in basso a destra.

Se invece si desidera salvare una mappa offline in modo tale da poterla consultare in un secondo momento ed anche senza connessione ad Internet, bisognerà cliccare sul nome della destinazione scelta in fondo allo schermo, scorrere il menu che compare fino e in fondo e selezionare l’opzione Salva mappa per utilizzarla offline.

Waze 

Se Google Maps dovesse essere una scelta non molto entusiasmante, si può dare uno sguardo a Waze. Quest’app è disponibile sia per dispositivi Android che iOS e funge da navigatore con molte funzionalità social accessorie. Con Waze, infatti, gli utenti possono comunicare fra loro e riferire sullo stato delle strade, delle mappe, segnalare eventuali incidenti, strade interrotte ed Autovelox a tutti i membri della community. Da smartphone o tabletAndroid si potrà scaricare Waze pigiando sull’icona di Google Play Store presente nella schermata in cui risultano raggruppate tutte le app, digitando “Waze” e facendo poi tap sulla relativa icona.

Successivamente si procederà all’installazione (il pulsante “Installa” è in alto a destra della schermata) e poi si farà tap su “Accetta” per poter scaricare il navigatore gratis sul device. Da iPhone oppure iPad si può scaricare Waze sul dispositivo pigiando sull’icona di App Store presente in home screen, cliccando poi sul pulsante in basso Cerca e compilando l’apposito campo digitando Waze e poi facendo tap sul pulsante Cerca apparso sulla tastiera. Successivamente si deve pigiare sulla prima app visualizzata.

Cliccando su “Ottieni” posto nella parte in alto a destra dello schermo e poi su “Installa” si otterrà prima il download e poi l’installazione del navigatore. La procedura è automatica ma per confermare l’operazione, si dovrà digitare la password dell’ID Apple, in alternativa si dovrà digitare sul sensore “Touch ID” del telefono (se possiedi un modello di iPhone pari o superiore al 5S). Una volta ultimato il download, per utilizzare Waze basterà avviare l’app pigiando sulla relativa icona.

Infine, per localizzare la propria posizione sulla mappa, basterà usare l’apposito indicatore. La destinazione va cercata pigiando sull’icona del fumetto visualizzabile in basso a sinistra e sulla voce Naviga dal menu che si apre: basterà inserire l’indirizzo della strada che si intende raggiungere, oppure il nome di un punto d’interesse per trovare locali e attività commerciali vicini nella barra di ricerca che si trova in alto allo schermo. Infine, basterà fare “tap” sul pulsante Go per cominciare a ricevere le indicazioni stradali richieste. Bisognerà invece cliccare sull’indicatore azzurro che si trova in basso a destra e seleziona la voce Tutte le segnalazioni dal menu per visualizzare le segnalazioni degli altri utenti riguardo incidenti, traffico, chiusura di strade e via dicendo.

Altre soluzioni gratuite: Sygic

Le risorse per Android e iOS non solo finite qui e se non si è interessati a scaricare e installare una delle due applicazioni sopra viste, si può rivolgere la propria attenzione a delle altre valide alternative. Sygic, per esempio, è un navigatore molto noto ed attendibile che ha una grafica piacevole e vivace. L’applicazione è scaricabile gratuitamente da Google Play.

Sygic utilizza le mappe del TomTom che sono però fruibili a pagamento. Una volta acquistate le mappe, gli aggiornamenti sono gratuiti. Questo tipo di navigatore ha anche a disposizione, a pagamento, gli avvisi degli autovelox ed i limiti di velocità. Come il TomTom, anche Sygic rende possibile la navigazione e l’individuazione dei punti d’interesse solo con il Gps, senza la necessità di una connessione internet attiva.

Ultima modifica: 30 marzo 2021