Museo Nicolis: storia e installazioni permanenti

315 0
315 0

Il Museo Nicolis è situato presso Villafranca, un comune posizionato nella provincia veneta di Verona. L’anno in cui è stata prevista l’apertura è il 2000. Dunque, sono passati diciotto anni da quando il centro del veronese ha iniziato ad attrarre un numero importante di visitatori. Molti appassionati d’auto, da quel momento, hanno affollato le sale espositive.

Il numero significativo di gente interessata alle installazioni ha certificato il valore dello stesso museo, oltre che ad aver contribuito a garantire il lustro del suo nome. Quest’ultimo, infatti, deriva da Luciano Nicolis, un imprenditore che all’inizio del nuovo millennio ha dato il contributo decisivo per la creazione degli spazi oggetto di descrizione. Coloro che intendono programmare un viaggio turistico in quei paraggi, molto spesso si soffermano visitando il Museo Nicolis.

Non solo gli appassionati d’auto valicano la porta d’ingresso, ma anche chi normalmente apprezza il sapore della conoscenza e della curiosità. L’intento del fondatore, prima della creazione di tale Ente privato, era principalmente quello di fornire una vocazione imprenditoriale alla struttura. I risultati sono ad oggi molto incoraggianti. Non viene tralasciato anche il significato artistico del museo, proprio per la scelta particolare degli oggetti espositivi inseriti nella collezione.

Le installazioni presenti nel Museo Nicolis

Il museo Nicolis è costituito da diverse sezioni, tutte ugualmente interessanti. Alcune di esse, a differenza di quello che si può comunemente pensare, non riguardano i motori. Ci si riferisce alla presenza di circa 120 biciclette, circa 500 macchine fotografiche, un centinaio di macchine da scrivere e più di cento strumenti musicali. Si tratta di modelli che posseggono autonomamente un fascino intrinseco e che rivestono singolarmente i valori del tempo storico in cui gli stessi sono stati ideati e costruiti. Essi infatti sono pezzi d’epoca e da collezione, tanto preziosi da far invidia ai maggiori collezionisti del mondo.

Nonostante ciò, l’area dedicata alle auto d’epoca è considerata la più significativa di tutto il percorso museale. I veicoli presenti all’interno delle sale sono circa 200 ed occupano chiaramente uno spazio maggiore rispetto agli altri oggetti. Da non trascurare sono anche le 105 moto ed il centinaio di volanti da Formula 1 inseriti nel catalogo Nicolis. Nelle classifiche dei musei per auto più rinomati, il Museo Nicolis è sempre presente tra le prime posizioni. Tale aspetto certifica l’importanza del proprio contenuto, oltre che la reputazione che è riuscito a crearsi e la crescita che ha avuto in questo settore nel corso dei diciotto anni successivi alla sua fondazione.

Ultima modifica: 8 ottobre 2018