Multa parcheggio strisce blu: come fare ricorso

343 0
343 0

Mettiamo il caso che tu abbia lasciato la tua auto in una zona delimitata dalle strisce blu e che, una volta tornato alla tua vettura, ti accorgi di aver ricevuto una multa parcheggio: circa quaranta euro da devolvere alle casse comunali. La cifra non è grossa, ma siccome di parcheggi liberi in città non ce n’è, ti va un po’ di traverso dover pagare. Come fare a rintuzzare l’ingiunzione dell’obolo?

Qui di seguito di diamo alcuni consigli che forse ti potranno essere utili alla bisogna. Ricorda bene una cosa, però: non pagare o non prendere le raccomandate non farà altro che portarti guai peggiori. Sotto forma di cartella esattoriale, che non è mai un bel vedere. Meglio quindi pensarci per tempo.

Multa: quanto si paga

La sanzione per la sosta dentro le strisce azzurre arriva circa a 41 euro. Se paghi entro cinque giorni (dalla raccomandata) l’obolo decresce a 28 euro e 70 centesimi.

Se decidi che sia il caso di interporre appello al giudice di pace, è bene sottolineare che con il suo intervento pagherai quasi il doppio (43 euro). Se proprio non vuoi sganciare una lira, allora la soluzione è rivolgersi al Prefetto, perché in tale ipotesi la trafila è del tutto gratis (a parte la raccomandata con cui spedisci il ricorso). C’è poi da considerare il fatto che se il Prefetto non risponde nei termini stabiliti, il ricorso si presume accolto e la sanzione caducata. Bisogna infatti da ricordare che il Prefetto deve provvedere entro 220 giorni se hai spedito la lagnanza direttamente a lui, entro 180 se l’hai recapitata alla polizia municipale che ti ha fatto omaggio del il verbale.

Va però sottolineato che se il rappresentante del Governo in Provincia respinge la tua lamentela, allora dovrai sborsare un dieci per cento aggiuntivo (come interesse) ogni sei mesi. Peraltro questa è una eventualità che si può scongiurare rivolgendosi al giudice di pace entro un mese dal ricevimento dell’ordinanza prefettizia.

Strisce sbiadite

Circa le motivazioni usuali di un appello contro la multa per sosta sulle strisce blu, una è la scarsa visibilità delle strisce color del cielo (sereno).

In altri termini, spesso ci si appella al Prefetto o al giudice di pace quando la vernice si è sbiadita al punto che le strisce non si vedono più. Ma sappiate che se c’è il cartello che segnala il parcheggio a pagamento, non avete speranze.

Ultima modifica: 14 dicembre 2018