Motorino, quali sono i limiti consentiti dalla legge

488 0
488 0

Il motorino è una delle prime forme di libertà per un adolescente. Contemporaneamente, può rivelarsi una fonte di preoccupazioni per amici e parenti, poiché rappresenta talvolta un pericolo. Essendo un veicolo su due ruote, in caso di colluttazione la protezione dell’abitacolo non è presente come accade in auto, inoltre su moto e motorini non vi è presente neanche l’airbag.

Per tale motivo, proprio per accrescere la sicurezza di chi viaggia sul motorino, sono in vigore una serie di restrizioni che regolamentano il comportamento stradale da tenere quando si guida un veicolo a due ruote. Vediamo nel dettaglio quali sono i limiti consentiti dalla legge.

Il motorino non è un moto

Prima di entrare nel merito di quanto prescritto dal codice della strada in materia di sicurezza, occorre fare una premessa: per via della sua cilindrata il motorino è un veicolo diverso dalle moto, la quale non supera i 50 cc e ciò implica che possa essere utilizzato e guidato anche da minorenni. La prima restrizione riguarda proprio l’età in cui è consentito guidare, occorre infatti aver compiuto 14 anni per guidare il motorino ed è necessario aver conseguito la patente di guida AM che permette di guidare sia i motorini, che le minicar.

A 16 anni è consentito guidare altri mezzi di cilindrata maggiore, dopo aver conseguito la patente A1 e B1. Il motorino non può essere portato su strada se non si indossa il casco, le sanzioni previste sono alte.

Io viaggio da solo

Un’altra regola fondamentale riguarda il numero di persone che possono salire a bordo dei motorini, è infatti obbligatorio viaggiare da soli, in caso contrario si rischia di procurarsi una multa salata. A tale restrizione si aggiunge il limite di velocità, con i motorini si può viaggiare ad un limite massimo di 45 chilometri orari, non di più ed è bene tenere sempre a mente che manomettere il motore è reato.

Ultima modifica: 3 luglio 2020