Motori e dolori, 10 consigli per prevenire e curare infortuni

196 0
196 0

La fine del lockdown ha sancito per milioni di persone la possibilità di tornare liberamente a viaggiare sulle strade, ma la ripresa della mobilità urbana ha causato un aumento del rischio di infortuni legato a moto e auto.

Basti pensare che secondo una ricerca americana del National Safety Council pubblicata su Reuters gli incidenti stradali sono aumentati del 35% nel mese di maggio e tenderanno a crescere durante la stagione estiva.

E ancora, stando a un’indagine pubblicata su Times Record News, le lesioni e i dolori cronici più frequenti riguardano gli arti superiori come clavicola e spalla, accentuati dal prolungato isolamento e dalla disabitudine alla guida di auto e moto.

Problematiche fisiche che hanno riguardato e stanno interessando piloti di Formula 1 e MotoGP, campionati appena ripresi: da Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton, che da anni convivono con dolori cronici alla schiena, al giovane Lando Norris, di recente finito sotto il radar medico per problemi a schiena e torace.

Per il mondo delle due ruote, invece, da Valentino Rossi, che in passato si è lamentato di dolori alla gamba destra, a Joan Mir, che ha riportato dolori alle braccia dopo non aver guidato per mesi, fino a Danilo Petrucci, vittima di un trauma cranico dopo una caduta a 150km/h, Andrea Dovizioso, che ha subito un infortuno alla schiena dopo un incidente in motocross, e Marc Marquez, che ha rimediato una frattura totale dell’omero dopo una caduta nel corso del Gran Premio di Spagna.

Ma quali sono i consigli degli esperti per prevenire e curare i più frequenti infortuni in moto e in auto?

La prevenzione inizia in palestra con esercizi di psicocinetica mirati a migliorare i riflessi e continua una volta saliti a bordo con l’ausilio di equipaggiamenti di protezione adeguati. Per ridurre i tempi di recupero degli infortuni un valido aiuto arriva dalla laserterapia Theal Therapy di Mectronic.

Theal Therapy di Mectronic
Theal Therapy di Mectronic

Dopo mesi di prolungato isolamento molti hanno ripreso a viaggiare in auto e in moto, e saranno sempre di più quelli che lo faranno durante la stagione estiva. La ripresa della mobilità, però, sta causando un aumento del rischio d’infortuni ed è per questo motivo che bisognerebbe prendere degli accorgimenti necessari per evitarli – ha spiegato Paolo Tenconi, medico/preparatore atletico professionista – Oltre a seguire un regime alimentare equilibrato che consenta di rimanere in forma e svegli durante l’intero arco della giornata, diventa fondamentale indossare equipaggiamenti di protezione adeguati e allenare i propri riflessi in palestra con esercizi mirati di psicocinetica. Per ridurre i tempi di recupero in caso di gravi infortuni, infine, un valido aiuto arriva dalla Theal Therapy che, grazie al controllo termico e alla fotobiomodulazione, può essere utilizzata sin da subito in fase acuta e agisce sulla rigenerazione del tessuto muscolare, nervoso e connettivo”.

Ma quali sono gli infortuni più comuni in moto e in auto? Secondo uno studio della National Highway Safety Administration (NHTSA) viaggiare su due ruote rende più vulnerabili gli arti superiori, soggetti a lesioni traumatiche come frattura della clavicola, distorsione del gomito. Gli infortuni legati alle quattro ruote, invece, riguardano prevalentemente traumi diretti dovuti a scontri con altre vetture: nello specifico, gli infortuni più frequenti interessano la colonna vertebrale e il tratto cervicale (25,8%), seguite da fratture del bacino (25,3%), lesioni agli arti inferiori come femore, rotula e tibie (20,3%)  contusioni (5,5%). Ma non è tutto, perché anche le commozioni cerebrali sono in costante aumento (+45%).

Ecco il decalogo degli esperti per prevenire e curare i più frequenti dolori cronici e postumi da infortuni legati all’utilizzo di moto e auto:

1) SOTTOPORSI A UN’ATTENTA VALUTAZIONE FISICA

Eseguire un corretto check up fisico è utile per valutare eventuali squilibri posturali e prevenire lesioni e infiammazioni.

2) SEGUIRE UN REGIME ALIMENTARE EQUILIBRATO

Mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato, senza eccedere in alcun modo, rappresenta un ottimo alleato per rimanere informa e ridurre il rischio d’infortuni.

3) INDOSSARE EQUIPAGGIAMENTI DI PROTEZIONE ADEGUATI

Caschi, giubbotti e cinture di sicurezza devono essere sempre indossati per diminuire il rischio di incidenti fatali e lesioni muscolari.

4) NON SOTTOVALUTARE LO STRETCHING

Svolgere un buon riscaldamento è importante per prevenire i rischi. Ma altrettanto lo sono tutte le esercitazioni di stretching e le posture atte a mantenere una certa elasticità dei distretti muscolari.

5) IDRATARSI PRIMA DI METTERSI IN VIAGGIO

Mantenersi correttamente idratati è il monito principale per garantire la corretta produzione di elettroliti. E rimanere concentrati alla guida della propria vettura.

6) ALLENARSI CON ESERCIZI DI PSICOCINETICA

Le sedute di allenamento dovrebbero concentrarsi su esercizi finalizzati a migliorare il controllo dei riflessi e le capacità motorie.

7) SOTTOPORSI A MASSAGGI DECONTRATTURANTI

Per scongiurare contratture, stiramenti e strappi è utile sottoporsi periodicamente a massaggi che permettano il rilassamento dei muscoli.

8) EVITARE DANNI DA SOVRACCARICO FUNZIONALE

In palestra è fondamentale ascoltare il proprio corpo. E dosare i carichi di lavoro durante l’allenamento per evitare stress da sovraccarico che si ripercuoterebbe alla guida.

9) EFFETTUARE UNA MANUTENZIONE PERIODICA DELLA VETTURA

Controllare il corretto funzionamento della propria moto e auto prima di mettersi in viaggio è fondamentale per prevenire ulteriori problematiche.

10) ACCELERARE I TEMPI DI RECUPERO CON LA LASERTERAPIA

L’ausilio del laser Theal Therapy si è rivelato estremamente utile nella cura e nel recupero in tempi più rapidi di patologie acuto-croniche

Motori e dolori, 10 consigli per prevenire e curare infortuni

Ultima modifica: 28 luglio 2020