Motor Valley Fest, che cos’è e come raggiungerlo

490 0
490 0

Mettere assieme per quattro giorni i grandi brand automobilistici, uno chef pluristellato, le bellezze artistiche e architettoniche, la passione per i motori e cose storiche come la 1000 Miglia. Questo è il Motor Valley Fest.

Motor Valley Fest, un evento unico su tutto il territorio

Ecco come nasce il primo Motor Valley Fest, che da giovedì 16 a domenica 19 maggio investirà la città di Modena e tanti suoi spazi, dal centro alla periferia, da Palazzo Ducale all’Autodromo Marzaglia fino al Quartiere Fieristico.

E tanti eventi nel programma ufficiale, che non è ancora definito in tutto, e appuntamenti storici che si intrecciano con il primo Motor Valley Fest. Quasi tutti gli eventi saranno gratuiti, per collaudare un formula che vuole attrarre sul territorio il maggior numero di visitatori, non soltanto appassionati di motori.

Nell’organizzazione nomi di peso, come Ferrari, Lamborghini e Maserati per un evento che coinvolge anche le due ruote, non soltanto le grandi auto.

Se si vuole definire il Motor Valley Fest, bisogna pensare a un’esperienza a 360 gradi nel mondo dei motori, partendo dalle sensazioni forti che si provano a stare nell’abitacolo delle fuoriserie più belle e desiderate al mondo, fino alla possibilità di veder sfilare le auto della corsa più bella del mondo, la 1000 Miglia.

E nel programma anche il Ferrari Tribute, con gli esemplari più rari e più belli della casa di Maranello. Solo uno sguardo al passato? niente affatto.

Motor Valley Fest, quattro giorni di grandi appuntamenti

Nei quattro giorni del Motor Valley Fest non mancano appuntamenti di grande spessore, organizzati anche con il mondo accademico per puntare l’attenzione sulle innovazioni del settore, in tema di connettività, mobilità più smart, guida autonoma.

Per creare un evento diffuso per soddisfare tutte le aspettative, gli organizzatori hanno pensato di legare tutte le iniziative in programma a tre linee direttrici principali: Adrenalina, Innovation & Talents, Expo.

Con Adrenalina troveranno spazio il progetto MASA, per esempio, che riguarda una ricerca con i test di guida autonoma per sperimentare come ostacoli in movimento e veicoli possano interagire e come gli stessi veicoli si comportino in rapporto alla città.

Ma ci sarà il rombo dei motori di Motor1days, quando sarà possibile provare in pista auto da sogno, anche su strada e off road. Per non parlare dei simulatori di guida e delle auto in esposizione negli spazi dell’Autodromo di Modena.

Da non perdere anche la Crazyrun per provare il brivido di risolvere 10 checkpoint a bordo di 80 supercar. Nel programma di Innovazione, il momento ludico cede il passo ai vari focus su ricerca e sviluppo nell’automotive, in una stretta collaborazione tra l’Università dell’Emilia Romagna e le start up dell’automotive.

Infine l’Expo, dove il visitatore non sarà uno spettatore passivo, ma il protagonista di un percorso che si dipana tra le meraviglie del territorio e l’automobilismo, così profondamente intrecciati nel loro cammino.

Ed Expo sarà anche la sezione del Motor Valley Fest che ospiterà la tappa di sabato 18 maggio della 1000 Miglia. 430 le auto in gara, che cominceranno ad attraversare la città ducale già dalle 8.

Il centro storico sarà la cornice ideale del passaggio delle auto d’epoca che partecipano alla corsa più bella del mondo. Ma prima di veder sfilare i 430 bolidi, attempati, ma sempre pieni di fascino, ci sarà un altro momento fortemente evocativo, con le più moderne auto del Ferrari Tribute to 1000 Miglia e del Mercedes Benz 1000 Miglia Challange, che saranno a Modena già dalla serata di venerdì per ripartire nella mattinata di sabato già alle 6,45.

Ma il motor Valley Fest non è soltanto riservato alle sportive di lusso, c’è spazio anche per i suv e le city car che, assieme alle auto destinate alla famiglia, saranno protagonisti del Motor1Days, nell’Autodromo di Modena il 18 e 19 maggio. Due giorni per conoscere tutte le novità delle categorie.

Un festival adatto anche ai giovanissimi

Il Motor Valley Fest è anche a misura di bambino e di ragazzo, con spazi dedicati per i più piccoli con musica e giochi; e per i più grandicelli un’area intera destinata ai videogame, ai simulatori per praticare e-sport.

Ma l’evento non è solo una serie di appuntamenti di giorno. Ci sarà anche tanta vita notturna. Da non perdere la “notte dei motori” di venerdì 17 maggio. ristoranti e locali aperti fino alla mezzanotte per attendere l’arrivo dei bolidi del Ferrari Tribute nella centralissima Piazza Roma.

E non si può mancare alla tradizionale Notte Bianca di sabato 18 maggio, che quest’anno capita in concomitanza con la Notte Europea dei Musei. Il primo Moter Valley Fest non può dimenticare anche la gastronomia, che in zona ha delle eccellenze conosciute in tutto il mondo.

E sarà lo chef pluristellato Massimo Bottura ad animare una serata di gala esclusiva nel Loggiato di Palazzo Ducale, che ospita la prestigiosa Accademia Militare di Modena. Ospiti internazionali e cucina stellata: un connubio di grande effetto.

Come raggiungere i luoghi del Motor Valley Fest

Il vantaggio è che tutto il territorio è coinvolto e Modena è una città molto ben collegata. Per chi si trovasse già in centro sono previste delle navette, completamente gratuite.

La prima, Navetta Portali, segue il percorso da Viale Verdi, via Montegrappa, Via Bonacini, Via Divisione Acqui, anche ai parcheggi e percorso inverso fino a Largo Garibaldi. Il servizio è attivo però solo il sabato dalle 13 all’1 e la domenica dalle 9 alle 18, con partenze ogni 20 minuti.

La Navetta Madonnina porta dall’Autostazione al parcheggio del Cimitero di San Cataldo, lungo la Nazionale per Carpi, su via Amundsen, al parcheggio di via Fiorenzi per poi ritornare all’Autostazione.

Gli orari sono gli stessi della Navetta Portali. Per raggiungere l’Autodromo di Modena in auto è possibile prendere l’uscita autostradale Modena Nord e proseguire lungo la tangenziale in direzione Maranello, imboccando l’uscita 16, per poi proseguire sulla Via Emilia Ovest fino a Strada Marzaglia Nuova, per finire sulla Strada Pomposiana.

In autobus le linee urbane che collegano l’Autodromo sono la 9A e la 10B, con fermate alla stazione ferroviaria, all’autostazione al Museo Enzo Ferrari. Per chi viaggiasse in treno, Modena è collegata con l’Alta Velocità attraverso la stazione di Reggio Emilia.

In aereo, l’aeroporto più vicino è quello di Bologna, che dista appena 52 chilometri. Dall’aeroporto di Verona la distanza è di 108 chilometri.

Ultima modifica: 14 maggio 2019