moto: guidare con la pioggia cosa bisogna sapere

1417 0
1417 0

Con la primavera arriveranno inevitabilmente gli acquazzoni; è molto importante dunque prendere delle precauzioni per guidare la moto sul bagnato.

I temporali e le forti piogge che ci sorprendono quando stiamo guidando la nostra moto, sono sicuramente un inconveniente molto spiacevole. Ecco qualche consiglio importante per guidare sicuri la propria moto su manto stradale bagnato.

Consigli

La saggezza popolare difficilmente sbaglia e il mese di aprile è quasi sempre caratterizzato da intense perturbazioni e temporali primaverili. Aprile è anche il mese nel quale il clima inizia ad essere decisamente mite e di conseguenza le giornate che potremo trascorre all’aperto, magari organizzando una gita in moto, sono numerose. La probabilità di essere sorpresi da un acquazzone, mentre ci troviamo alla guida della nostra moto, è sempre molto alta nei mesi primaverili. Per questa ragione, quando il manto stradale è bagnato, bisognerà fare ancora più attenzione alla guida.

L’abbigliamento adeguato è senza dubbio la prima mossa strategica contro la pioggia. Quindi se prima di uscire con la vostra moto, il cielo inizia a riempirsi di nubi e ad ingrigirsi, sarà necessario munirsi di una giacca da moto impermeabile e dei pantaloni adeguati. La parola d’ordine per la guida della moto durante la pioggia è delicatezza. Guidate con calma, a velocità limitate e senza forzature. In frenata, sarà necessario rallentare con un certo anticipo; così facendo potrete arrivare in prossimità delle cure alla giusta velocità per affrontarle, senza osare troppo sul freno.

Assolutamente sconsigliabile insistere sui freni in prossimità delle curve, come si fa solitamente sull’asfalto asciutto. Per quanto riguarda il modo migliore con cui frenare ed utilizzare i freni, sarà necessaria una grande dolcezza e leggerezza da applicare a leva e pedale. Questo non significa assolutamente che bisogna frenare poco, ma che bisogna assolutamente frenare con delicatezza, facendo pressione sui comandi in modo graduale.

Avvertenze

Sempre in riferimento all’importante accortezza con la quale frenare sul bagnato, se utilizzate principalmente l’impianto anteriore, dovrete abituarvi invece a dare almeno il 50% della frenata all’impianto posteriore (forse anche una percentuale leggermente maggiore). In questo modo potrete operare una decelerazione più intensa e più sicura.

Dovrete inoltre ricordare che qualora venga bloccata la ruota anteriore, sarà molto difficile riuscire a tenere stabile la moto, riuscendo a non cadere. Se al contrario, a bloccarsi sarà la ruota posteriore, basterà andare a diminuire un istante la pressione sul pedale del freno. Infine un ultimo consiglio importante, è quello di scegliere in curva, le traiettorie più morbide possibili.

Ultima modifica: 12 marzo 2018