Montezemolo: dalla nascita alla vendita di Ferrari

4937 0
4937 0

Montezemolo è uno dei manager più famosi e più longevi del panorama industriale italiano: origini nobili e ruoli prestigiosi sono i suoi distintivi.

Luca Cordero di Montezemolo nasce a Bologna il 31 agosto del 1947.

La sua famiglia d’origine è di rango nobile – i Marchesi di Montezemolo – avendo servito per generazioni la reale casa dei Savoia. Il padre era Massimo Cordero di Montezemolo e la madre Clotilde Neri, e Luca è stato il primo di tre figli.

Sin da giovanissimo la sua vita è segnata da avventure e occasioni di crescita personale, entrambi colorati dal suo piglio ribelle: si iscrive al Collegio Navale Francesco Morosini di Venezia senza terminare gli studi per poi frequentare lo storico Liceo Massimiliano Massimo di Roma: ha tra i suoi compagni di classe lo stesso Mario Draghi, attuale Presidente della BCE.

Terminati gli studi di Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma si orienta sul mestiere di giurista esperto di tematiche internazionali.

Ma la sua vera natura di amante delle corse e della vita spericolata lo vede protagonista sin da giovanissimo – siamo nel 1968 – di corse e rally di livello nazionale con la Lancia di Cesare Florio, con la Fiat 500 Giannini di Cristiano Rattazzi, figlio di Susanna Agnelli, e con la Ferrari di Enzo Ferrari in qualità di assistente e responsabile della squadra di corsa.

Nel 1977 inizia il suo percorso manageriale con la copertura di ruoli aziendali di alto profilo, a cominciare dalla rappresentanza delle Relazioni Esterne in Fiat e di amministratore delegato di una controllata del marchio automobilistico, la Italiana Edizioni Itedi, dal 1981.

La scalata alla sommità del potere industriale italiano è ormai senza freni e senza concorrenti: le diverse cariche si alternano e si sovrappongono in un vorticoso cambio di ruoli e di posizioni che vedono il maturo e brillante Luca Cordero vantare una carriera prestigiosa –  con lui si vincono titolo mondiali e posizioni di punta nel Calcio mondiale – e una grande notorietà.

Ciò si accorda anche con la sua vita privata: quattro donne si sono avvicendate al suo fianco, tra le più belle e in parte famose dell’epoca, e da alcune di esse ha avuto in tutto cinque figli.

Oggi il settantenne manager italiano è un padre felice che continua comunque la sua partecipazione nel firmamento delle alte cariche politiche e industriali del nostro paese.

In questo elenco si è tentato di raccogliere buona parte delle cariche ricoperte fino alla presidenza della Ferrari:

  • Amministratore Delegato della Cinzano International (1984-1986)
  • Direttore Generale della Coppa del Mondo di Calcio Italia ’90 (1986-1990)
  • Presidente della Ferrari (1991-2014)
  • Presidente della Maserati (1997-2005)
  • Presidente della Fiera di Bologna (1998-2008)
  • Presidente della Fiat (2004-2010)
  • Presidente di Confindustria (2004-2008)
  • Presidente dell’università Luiss (2004-2008)
  • Presidente di Telethon dal 2009
  • Vicepresidente di Unicredit dal 2012
  • Imprenditore con diverse cariche di amministratore delegato e Presidente di Fisvi, Mcg, Sigaro Toscano, Ntv, Gnv, fondo Charme, Poltrona Frau e altro.

 

Ultima modifica: 24 ottobre 2017