Modulistica PRA: come utilizzare i moduli correttamente

758 0
758 0

Oggi sbrigarsi tra le pratiche necessarie per l’immatricolazione, il passaggio di proprietà, la dismissione di proprietà – spesso importantissima quando si subisce un furto e bisogna immediatamente limitare le proprie responsabilità su tutto quello che potrebbe accadere con il mezzo rubato – è relativamente facile. Gli sportelli del PRA o quelli dell’ACI, che ovviamente chiedono una tariffa per ogni singola pratica, sono sempre informati e anche se a volte bisogna rischiare qualche coda, è sempre fondamentale avere tutta l’assistenza possibile per poter chiudere la pratica nel modo dovuto.

Modulistica PRA: come scaricare on line i moduli per presentare le varie cariche

Ma oggi, l’utilizzo delle tecnologie on line consente anche di poter fare tutto per conto proprio con un notevole risparmio di tempo, evitando di dover correre da un ufficio all’altro. Nella sezione Guida Pratiche Auto all’interno del Portale Aci tutti i documenti sono facilmente raggiungibili e scaricabili: basta trovare il documento necessario, puntarlo con il mouse e con un doppio click il file arriva direttamente sul nostro computer. I file sono quasi sempre in formato .PDF editabile: il che significa che una volta scaricati ed aperti i file possono essere completati al pc, campo dopo campo, evitando il rischio di errori di trascrizione o i cattiva interpretazione della nostra grafia. Diversamente ogni file può essere stampato e compilato in tutta calma a penna.

Unica raccomandazione è quella di avere a disposizione un software che legge i documenti .PDF, il più diffuso è Adobe Reader che si può scaricare gratuitamente o in alternativa Foxit Reader, anche questo downloadabile dalla rete senza alcun costo. Si tratta di software “open source” e dunque aperti al pubblico e senza alcun rischio né costo.

Quanti e quali modelli sono scaricabili e utilizzabili on line

I modelli a disposizione sono molti: l’NP2B è quello richiesto per la prima iscrizione al PRA di un veicolo; la famiglia NP2 raccoglie anche i moduli per la trascrizione o il rinnovo di iscrizione di un mezzo anche quando non si è momentaneamente in possesso del certificato di proprietà del pezzo.

Come ormai è noto, per altro, nei prossimi mesi questi moduli potrebbero anche cambiare sigla e impostazione visto che dal primo gennaio partirà la riforma che porterà alla unificazione dei dai di circolazione e di proprietà di ogni singolo mezzo con il cosiddetto DUC, il documento unico di circolazione. Interessante è anche la funzione, tra i documenti scaricabili, ci sono anche le istruzioni per completare ogni singola domanda.

Il Modello NP3 riguarda le cosiddette “note libere” e raccoglie almeno una quindicina di funzioni di grande importanza come trasferimento di proprietà, trascrizione di provvedimenti giudiziari, trasferimento di proprietà a tutela del “venditore”, duplicato del certificato di Proprietà, trascrizione atto di vendita con riserva di proprietà e molto altro. Quasi tutti i documenti sono disponibili anche in lingua tedesca, soprattutto per la comunità alto atesina ma da tempo si parla di produrre ulteriori documenti in inglese, francese, spagnolo e cinese. Forse la novità del DUC potrebbe portare anche a questo.

 

Ultima modifica: 8 luglio 2019