Il modello Enjoy Cargo: prezzo e utilità del van sharing

373 0
373 0

Il servizio Enjoy di Eni prevede, oltre al noleggio delle automobili Fiat 500, anche l’affitto di furgoni Fiat Doblò per trasporto di merci e materiali. Questo servizio è particolarmente utile perché permette, attraverso l’utilizzo di un’apposita applicazione digitale, di individuare i veicoli nelle vicinanze che possono essere noleggiati per il trasporto di merci. Il servizio è rivolto a persone che devono svolgere traslochi oppure che avendo il loro furgone in riparazione hanno bisogno di un mezzo di trasporto adatto allo scopo del loro lavoro.

Le tariffe dal servizio auto (Fiat 500) a quello van (Fiat Doblò) hanno delle differenze. A seconda del servizio scelto si avranno prezzi e modalità diverse, andiamo a scoprire i dettagli. La 500 costa 0,25 E al minuto, con un forfait di 50,00 per le 24 ore consecutive di noleggio. Il limite massimo di chilometri per ogni noleggio è 50, per ogni chilometro in più alla quantità massima viene applicato un soprapprezzo di 0,25 E al chilometro.

Il servizio cargo sharing fissa una tariffa base di 25,00 € per le prime 2 ore, che si amplia in 0,25 € al minuto dentro il limite dei 50 chilometri. E’ prevista una tariffa massima giornaliera di 80,00 € e un numero massimo di chilometro per ogni noleggio (50). Per ogni chilometro aggiuntivo al numero massimo si applicano 0,25 € al chilometro.

Facciamo ora una breve panoramica sugli Enjoy Parking e le relative tariffe. All’Aeroporto di Milano Linate vi sono 14 posti riservati e il prezzo è di 4,50 €; all’Aeroporto di Roma Fiumicino i posti riservati sono 20e il costo è di 9,50 €; presso la Stazione di Roma Termini ci sono 10 posti riservati al costo di 4,00 €.

Il portale di riferimento è enjoy.eni.com da cui si possono svolgere tutte le operazioni digitali per la ricerca delle vetture disponibili nella zona.

Enjoy è un marchio di Eni Smart Consumer S. p. A., una società controllata dal gruppo Eni. Le auto sono fornite da Leasys e Ald Automotive. La nascita del servizio è il 2013 sulla scia di Car2Go, la concorrente tedesca.

Questo tipo di servizio va incontro a tutta una serie di riflessioni sulla mobilità sostenibile e sulla vivibilità dei centri urbani; in questo senso il valore della vettura passa dall’utilizzo di un bene di consumo all’utilizzo di un servizio. Ciò porta ad una minore presenza di auto parcheggiate su strada con il relativo abbassamento di ingorghi o mancanze di spazio. C’è anche l’aspetto di ecosostenibilità, l’impatto ambientale sarà tale da permettere un uso dei più innovativi progressi tecnologici in termini di emissioni e consumi.

Ultima modifica: 26 giugno 2018