Moard a Milano, il primo salone sul moto design

307 0
307 0

Al Palazzo del Ghiaccio di Milano si è appena conclusa la prima edizione del MOARD, Motorcycle Arts & Designers, una manifestazione estremamente interessante e promettente che aveva lo scopo di unire alcuni aspetti fondamentali del mondo delle  moto: quello della tecnologia e quello del design.

MOARD, motocicletta, arte, design e innovazione

MOARD è stato un punto d’incontro davvero interessante che ha offerto spazio espositivo e di dibattito per chi segue il mondo della moto anche sotto un aspetto creativo e di innovazione: tre giorni intensi che hanno visto molte presenze significative come quella di Francesco Montanari, popolarissimo attore romano da sempre grande appassionato di moto, il direttore del Centro Stile Ducati Andrea Ferraresi, il designer del leggendario marchio americano Indian Moto Rich Christoph: ma anche Claudio Gregori, per tutti Greg, spalla comica del duo con Lillo e l’ex attore comico della Premiata Ditta Roberto Ciufoli, solo per citarne alcuni. 

Fotografatissima e molto ammirata nello stand della Triumph la Scrambler 1200XE e una Bobber Black, moto di grande aggressività ma anche di rara eleganza. In esposizione poi numerosi pezzi unici: non solo motociclette ma anche giubbotti di pelle, caschi aerografati e personalizzati. Tanti anche i laboratori dove artigiani e specialisti del mondo delle moto e degli accessori hanno incontrato il pubblico con il sottofondo di musica rock e diversi dj set.  

 

Come cambia la moto: i progetti innovativi dei ragazzi del Politecnico

Tra le case presenti a MOARD hanno allestito il proprio stand Ducati, Yamaha, Honda, Indian Motorcycles, Husqvarna, Triumph, Rizoma, Vemar Helmets e SC-Project: ogni spazio è stato organizzato con l’unico scopo di mostrare quella che è e potrà essere l’evoluzione creativa della moto non solo sotto un aspetto di dinamica e di elettronica ma anche di design.

Presente anche un angolo di alta gastronomia curato dallo chef Gabriele Ciocca. MOARD ha ospitato i 5500 metri quadrati diverse migliaia di presenze nel corso dei tre giorni di esposizione; oltre 50 le motociclette esposte, tantissime quelle esclusive, oltre a una ventina di stand.

Tra le novità più curiose la motocicletta acquatica creata da Bird-e-marine, il motociclo elettrico da gara realizzata degli studenti del reparto racing del Politecnico di Milano, la Polimi Motorcycle Factory, altra creatura nata al Politecnico di Milano e un progetto davvero straordinario curato dagli studenti dell’Istituto Europeo del Design che hanno preparato per un progetto di laurea una moto Unisex.

Ultima modifica: 10 maggio 2019