Come misurare la pressione gomme

1781 0
1781 0

Una giusta pressione negli pneumatici di automobili e moto è indispensabile per la sicurezza, per una guida semplice, per la tenuta di strada, per l’integrità della vettura e anche per risparmiare carburante (in un anno è possibile spendere ben 80 euro in meno). Insomma, si tratta di un controllo essenziale per ogni aspetto e tuttavia esso è particolarmente sottovalutato da parte soprattutto degli automobilisti.

Oltre a provocare rischi durante la guida, un gonfiaggio scorretto delle ruote può causare danni alla carcassa della vettura, nonché agli stessi pneumatici. Essi, infatti, si presentano in questi casi usurati in maniera ineguale nelle loro parti. Una pressione eccessiva causerà un’usura maggiore nella parte centrale del battistrada, mentre a pneumatici troppo sgonfi corrisponderà un battistrada maggiormente consumato ai lati.

Come controllare la pressione

Il controllo della pressione degli pneumatici, proprio per il ruolo chiave che riveste nella sicurezza stradale, è effettuato gratuitamente pressoché da qualsiasi professionista. Inoltre, farlo in autonomia risulta particolarmente semplice anche per i meno esperti di auto e motori e non richiede solitamente più di tre minuti. Vediamo insieme come fare.

Indossando dei guanti per evitare di sporcarvi le mani, svitate il tappo della valvola della ruota. Inserite quindi il tubo del manometro -ovvero lo strumento atto a rilevare la pressione-. Nel caso in cui la pressione rilevata dallo strumento non corrispondesse a quella ottimale, bisogna procedere a renderla tale.

Gonfiare o sgonfiare uno pneumatico

Se la gomma della ruota risulta essere troppo sgonfia, la sua pressione può essere facilmente incrementata semplicemente tirando una leva, la quale si presenta all’apparenza molto simile al freno di una bicicletta. Quando invece la pressione dello pneumatico è troppo elevata, onde ridurla bisogna premere un tasto, che potrebbe essere in gomma o in plastica, e far sfiatare l’aria come se si premesse su una valvola.

Una volta raggiunta la giusta pressione, poi, con i sensori di pressione occorre ricordarsi di azzerare il sistema. Ricordate che, nel dubbio, è meglio superare di un bar la pressione consigliata piuttosto che farla attestare un bar più sotto. Dato che, con lo scaldarsi delle gomme, la pressione tende ad aumentare, se queste sono già calde e avete fretta di ripartire, aggiungete alla pressione consigliata 0,3 bar, per evitare che questa risulti falsata. Infine, è bene controllare le gomme ogni volta che si riscontra un cambio repentino nella temperatura esterna, poiché a esso corrisponderà di norma un mutamento nella pressione.

Ultima modifica: 15 maggio 2017