Microcar: informazioni utili

18372 0
18372 0

Cosa sono

Le microcar sono per molti giovani una valida alternativa al ciclomotore ma, anche numerose persone adulte la considerano un mezzo sostitutivo all’automobile, ben il 50% degli acquirenti sono pensionati.

Queste microcar sono di piccolissime dimensioni, hanno solo due posti e hanno al massimo 500 cc di cilindrata. La velocità massima è di 45 km/h e circolano con una targa come quella dei motorini. Grazie alle loro ridotte dimensioni circolano agilmente nel traffico cittadino, la sosta è ammessa nei parcheggi destinati anche ai motocicli e possono circolare su tutte le strade escluse, le autostrade, le tangenziali e le superstrade.

Le misure standard di una microcar sono 2,5 m di lunghezza, 1,4 m di larghezza e 1, 3 m di altezza, i consumi dipendono dalla versione se benzina o diesel. Quest’ultima consuma 3,5 litri per 100 km la versione benzina ha un consumo di 5 litri per 100 Km.

Queste piccole vetture sono definite dalla legge “ quadricicli leggeri “hanno una massa a vuoto inferiore ai 350 Kg e possono essere guidate a partire dai 14 anni di età. Dai minorenni quindi purché muniti dell’apposito patentino d’idoneità e senza certificato da qualunque maggiorenne.

La possibilità di trasportare un passeggero c’è a condizione che sia annotata tale opzione sulla carta di circolazione e che il conducente abbia almeno 18 anni.

Marche presenti in commercio

Il mercato delle minicar offre ormai una grande varietà di modelli che seguono le più differenti tendenze, gusti, disponibilità economiche e stili di vita. Negli ultimi anni il successo delle vendite ha notevolmente ampliato anche le possibilità di scelta.

Vi sono diversi produttori di minicar e più conosciuti sono:Toyota, Aixam-Mega, Bellier, Casalini, Chatenet, Cmc, Grecav, Italcar/Tasso, Ligier, Maranello, Meta, Microcar, Piaggio, Secma e Town life.

La migliore è senza dubbio la microcar Aixam. Essa, in particolare, offre una grande attenzione alla sicurezza del conducente.

Questo modello ha anche un’estetica attraente che attira specialmente l’ utenza dei giovanissimi. Alcuni modelli prevedono anche il volante in pelle così come i sedili, il navigatore satellitare, la radio con lettore mp3 e cd e addirittura la tv integrata.

Pro e contro

Oggi i giovani preferiscono l’idea di una vera e propria piccola autovettura che gli permette di viaggiare al riparo da pioggia o freddo in ogni stagione dell’anno, con tanto di comfort e stereo a palla.

Potrebbe essere una buona scelta se non fosse che costa davvero molto, i costi sono proibitivi, essendo considerato un prodotto d’élite è venduta intorno ai 10.000 euro.

Uno dei vantaggi di muoversi con una city car piuttosto che con un motorino è che si viaggia più sicuri e protetti ma, comunque, va ricordato che vanno guidate con estrema attenzione e soprattutto è buona norma evitare di farsi prendere dalla moda di modificare il motore originale per andare più velocemente perché il veicolo non è supportato per superare i 45 km/ h o perderebbe di stabilità facendo rischiare la vita a conducenti imprudenti.

In sintesi se volessimo riassumere le caratteristiche delle city car in una lista di pro e contro potremmo dire che i pregi sono senza dubbio l’immagine da status symbol per i giovani del giorno d’oggi, l’ accesso facilitato ai centri storici e ai parcheggi riservati alle moto, una funzionalità paragonabile a quella di un’auto, nessun obbligo di casco e patente di guida per automobili e maggiore sicurezza e protezione da intemperie o incidenti rispetto a un motorino.

Tra i difetti possono essere citati la rumorosità del motore, il costo molto elevato, la velocità massima esigua e l’ impossibilità di viaggiare in tangenziale o autostrade.

Prezzi microcar

Le microcar si sono diffuse non solo tra gli adolescenti ma anche tra gli adulti, pensionati, anziani e in particolare per quelle persone a rischio sospensione patente in seguito alla perdita di molti punti ed effrazioni.

I consumi di questo veicolo sono molto ridotti e sicuramente la rendono un veicolo interessante anche per questa caratteristica, se non fosse che il prezzo dell’acquisto non è dei più convenienti, infatti, diciamo che non è proporzionato alle dimensioni del mezzo, l’acquisto di una microcar si aggira intorno ai 10.000 euro.

Senza dubbio una cifra importante soprattutto se si pensa di investirle per acquistare questo mezzo a un adolescente che nel giro di qualche anno poi raggiungendo la maturità potrebbe voler acquistare un’auto vera e propria dopo il conseguimento della patente B.

Molti preferiscono perciò l’acquisto dell’usato per ammortizzare meglio la spesa nel tempo.

Per gli adulti che invece prediligono questa tipologia d’acquisto e desiderano assicurarsi la migliore della gamma possono orientarsi sulla più nota tra tutte, l’Aixam si tratta di una microcar fuori che dentro si presenta come una vera citycar, è dotata di 4 posti comodi, ha un peso superiore alla norma e si aggira sui 350 kg e per guidare il modello Crossover Premium è necessario avere la patente B1. Il prezzo di questa microcar è di 15.591 euro nel modello Diesel, in sostanza come una Fiat 500.

Prezzi assicurazione

Le minicar appartengono alla categoria dei quadricicli leggeri perciò occorre stipulare l’assicurazione RC moto, il prezzo varierà in base alla cilindrata e al valore.

Oggettivamente un altro fattore sconveniente della microcar è il prezzo dell’assicurazione, essendosi diffusa in passato l’ etichetta come veicolo comunque poco sicuro, naturalmente sempre rispetto a una classica automobile.

Questo ha fatto schizzare alle stelle i tariffari assicurativi, inoltre si riscontra che siano tra le vetture più rubate pertanto anche questo fattore ha reso difficile attivare un’assicurazione furto e incendio da abbinare alla RC che abbia premi esigui.

Per finire circa l’assicurazione, è importante sapere che oltre alla generica RC moto, è importantissimo stipulare anche una corretta copertura assicurativa per il passeggero che serve per coprire eventuali possibili danni da sinistro a terzi trasportati, questo tipo di copertura avrà scadenza e rinnovo come per tutte le altre assicurazioni una volta l’anno.

Ultima modifica: 16 maggio 2017