Manutenzione: quando va cambiato il filtro GPL

35936 0
35936 0

Una corretta manutenzione e sostituzione del filtro GPL vi salverà da spiacevoli inconvenienti e danni che potrebbero caratterizzare il vostro veicolo.

Il filtro GPL è una componente caratterizzata da un costo ridotto; è importante operare una corretta manutenzione ordinaria di questa componente, e quando si renderà necessario, anche una manutenzione straordinaria che prevederà la sostituzione di questo strumento. Vediamo come operare nel modo corretto.

Cosa bisogna sapere sul filtro GPL

Il filtro GPL è una componente che ha il compito di trattenere le sostanze solide che naturalmente sono presenti nel carburante GPL. Esse sono ad esempio i grassi, gli oli e le lacche. Queste sostanze, se non venissero rimosse e trattenute da filtro GPL, si accumulerebbero, depositandosi sugli iniettori e causando inevitabilmente dei guasti e malfunzionamenti. Inoltre l’accumulo di queste sostanze comporterebbe inevitabili perdite di potenza del motore, oltre a consumi di carburante più elevati.

La componente del filtro GPL varierà a seconda dell’impianto che viene installato. Esistono principalmente 4 tipologie di filtro GPL. Esistono filtri GPL in base gassosa, filtri in base liquida, filtri ad alta pressione e infine filtri lavabili. Tutte queste differenti tipologie di filtri GPL, sono tuttavia caratterizzati dal medesimo scopo e funzionalità; ovvero andare a depurare il GPL e trattenere le sue componenti solide che danneggerebbero inevitabilmente il motore e provocherebbero malfunzionamenti dello stesso, se non fossero trattenute da questi importanti filtri.

Il filtro GPL andrà cambiato dopo aver eseguito un certo numero di chilometraggio con il vostro autoveicolo. A seconda di quello che sarà il costruttore dell’impianto, saranno previsti tempi di sostituzione differenti del filtro GPL.

Perchè va cambiato

Possiamo dire che tendenzialmente è consigliabile provvedere alla sostituzione del filtro GPL all’incirca ogni 15.000 chilometri percorsi con il proprio autoveicolo. Tuttavia, se il vostro autoveicolo presenterà dei sintomi specifici, sarà il caso di procedere anticipatamente alla sostituzione del filtro GPL. Questi sintomi specifici che dovrete considerare con attenzione riguardano prima di tutto un repentino ed eccessivo aumento dei consumi di carburante.

Un altro sintomo di un malfunzionamento al filtro GPL è sicuramente rappresentato da un’accelerazione macchinosa e in ritardo dell’autoveicolo. Dovrete inoltre fare particolare attenzione alla presenza di alcune vibrazioni che iniziano ad interessare il vostro motore. Se infatti il filtro GPL è eccessivamente sporco, esso non consentirà più nel modo corretto il flusso di alimentazione al motore. In questo caso, sarà inevitabile riscontrare una diminuzione di potenza del vostro motore. I costi di sostituzione del filtro GPL non sono certamente importanti. La spesa sarà di circa 50 euro.

Ultima modifica: 27 febbraio 2018