Manutenzione pullman: quando e come effettuarla

274 0
274 0

I pullman non sono mezzi come gli altri e richiedono attenzioni conseguentemente maggiori: infatti, sono tra i più corposi protagonisti delle strade e impongono accorgimenti direttamente proporzionali alle loro dimensioni extralarge. Peraltro, accanto alla stazza e alle misure, i pullman hanno la certo non trascurabile caratteristica di essere i più grandi veicoli su gomma adibiti al trasporto di persone. E dunque crescono le responsabilità verso i passeggeri e nei confronti di tutti gli altri utenti della strada: tra queste anche la manutenzione pullman.

Manutenzione pullman

Quando si acquista un veicolo pesante adibito al trasporto viaggiatori si tende a sottovalutare il peso economico della manutenzione necessaria al servizio che il veicolo dovrà offrire durante tutta la sua attività.

Una serie di interventi indispensabili anche per i modelli migliori, imprescindibili per le flotte delle aziende pubbliche ma molto utile e vantaggiosa, oltre che doverosa, anche per le aziende private. Ma quando e come effettuare la manutenzione di un pullman?

Cominciamo chiarendo che ci sono due tipologie principali: la “ordinaria” che compete all’autista e va fatta alla fine di ogni settimana lavorativa. C’è poi la manutenzione periodica e programmata che è adempimento delle officine aziendali nel caso di società operanti nel settore con disponibilità interna, ma ci si può chiaramente rivolgersi all’esterno a privati.

Manutenzione ordinaria pullman

La manutenzione ordinaria consiste perlopiù nel sostituire pezzi di facile usura e consumo: filtri, lampadine, candele olio motore, e molto altro ancora. Le scadenze per la effettuazione di tali verifiche variano in funzione della tipologia. La manutenzione ordinaria convenzionalmente si volge con cadenza settimanale in officine autorizzate e solo in rari casi si può ricorrere anche al fai da te. Per mezzi che macinano migliaia e migliaia di chilometri in breve tempo è assolutamente fondamentale controllare con frequenza il corretto funzionamento del veicolo. Per la sostituzione di alcune componenti a maggior rischio guasti possono esserci tabelle prestabilite a patto che l’utilizzo del bus sia stato uniforme.

Manutenzione straordinaria pullman

La manutenzione straordinaria invece consiste nella sostituzione di elementi costitutivi del mezzo a partire dai 100.000 chilometri percorsi, le prime colonne d’Ercole nella cita di un pullman. E dunque sostituzione dei filtri, verifica dei dispositivi di climatizzazione, taratura dei sistemi di misurazione.

Per chi preferisce non avere pensieri e grattacapi c’è un’opportunità d’oro: è possibile effettuare la manutenzione del pullman stipulando all’atto dell’acquisto un contratto con il produttore che assicurerà l’attività concordata alle scadenze previste. La revisione di legge per gli automezzi adibiti al trasporto di persone va effettuata inderogabilmente ogni anno.

Ultima modifica: 16 settembre 2019