Manutenzione moto: come occuparsene da soli

301 0
301 0

Non solo per goderci il nostro bolide a due ruote durante la bella stagione, ma anche per mantenerla sempre in ottimo stato di salute e pronta all’uso: la manutenzione della moto è molto importante e ce ne possiamo occupare direttamente.

Piccole manutenzioni da svolgere anche da parte di chi non è un professionista della meccanica. In questi casi non esiste una vera e propria classifica degli interventi da eseguire, quindi sarete voi a decidere da dove iniziare con la manutenzione.

Pulizia della catena

Iniziamo con la catena: una parte della motocicletta che data la sua esposizione è sempre esposta alle intemperie degli elementi climatici e della stessa strada, che quindi si sporca maggiormente. La pulizia della catena è un procedimento abbastanza semplice e si può realizzare seguendo questi passaggi: 

  • smontare il coperchio del pignone per accedere a essa e alla quasi totalità delle maglie;
  • utilizzare un pennello e del petrolio bianco che non danneggia le altre parti della moto, come ad esempio la vernice o la stessa catena;
  • una volta ripulita, basterà asciugarla con della carta assorbente e come tocco finale la registrazione. 

Gli pneumatici

Una parte della motocicletta che va controllata con regolarità sono le ruote che svolgono un doppio ruolo: stabilità e sicurezza. Ricordiamoci di controllare la pressione, che varia in base alla temperatura esterna ed è consigliato farlo circa ogni 15 giorni. Naturalmente è utile verificarne anche lo stato di usura del battistrada e in caso, decidere se cambiare o no le gomme. 

I freni

La sostituzione dell’olio dei freni è un’operazione semplice, tuttavia bisogna evitare passi falsi, poiché questo particolare olio è corrosivo. Quindi procedendo con cautela si deve:

  • svitare il tappo del serbatoio e prima di allentare le vite di spurgo (situata sulla pinza) sistemare un tubicino di plastica (circa 70 centimetri di lunghezza) che terminerà nel recipiente di raccolta;
  • allentare la vite di spurgo e travasare l’olio vecchio grazie alla leva freno e in contemporanea versare l’olio nuovo: svuotamento e riempimento.Bisogna prestare attenzione a non svuotare completamente il serbatoio durante l’operazione. Si ricorda che le pastiglie dei freni non devono avere uno spessore di usura inferiore al millimetro.

Naturalmente è possibile compiere altre diverse operazioni di manutenzione come il controllo delle luci, lo stato di carica dalla batteria e il suo sistema di ricarica oppure altri piccoli interventi. Precauzioni che se adottate a cadenza regolare saranno utili, non solo per mantenere in ottimo stato la nostra motocicletta, ma al contempo ci permettono di risparmiare sulle spese di manutenzione. 

 

Ultima modifica: 15 giugno 2020