Manutenzione auto: i rumori da temere?

478 0
478 0

L’auto è una grande comodità, anche in tempi di coronavirus. Ci consente spostamenti rapidi e veloci, soprattutto quando non c’è traffico, e ci consente di spostarci in solitaria, senza dover prendere i mezzi pubblici, oggi dichiarati rischiosi. Ma per essere il mezzo ideale, l’auto deve funzionare bene, deve essere efficiente e performante. Purtroppo, però, non è sempre così, perché come tutti (o quasi) hanno sperimentato sulla propria pelle, a volte anche l’auto più fedele può tradirci. Ma come fare a prevenire il problema? Di certo una manutenzione auto costante, che rispetti le scadenze e i tagliandi, può aiutare.

Manutenzione auto: rumori non preoccupanti

Anche l’auto più silenziosa, quando viaggia, emette dei rumori. Sono rumori fisiologici, che possiamo definire “buoni”: alcuni sono dovuti al manto stradale, che non sempre è perfettamente liscio. Altri possono verificarsi a causa di qualche oggetto, magari ricoverato e dimenticato nel cruscotto, che con gli spostamenti emette vibrazioni.

Insomma, i rumori “buoni”, o meglio non sospetti, possono essere più di uno. In questi casi, quando si verifica un rumore inedito, che non si era mai avvertito prima, meglio fare una piccola indagine, verificando che nulla sia stato dimenticato nelle portiere, nel bagagliaio, nel cruscotto.

Altra cosa da fare, è notare che il rumore si verifichi sempre e non solo su determinate strade. Potrebbe essere infatti causato, come si diceva, dal tipo di asfalto o dalle sue condizioni.

Trasmissione, motore o…?

Ci sono poi dei rumori che sembrano non preoccupanti, ma che invece nascondono qualcosa di serio. Un grande classico sono i rumori che si verificano quando l’auto è al minimo.

In questi momenti, è bene drizzare le orecchie e se si sente qualche anomalia, meglio fare attenzione. Potrebbe esserci qualcosa che non va nel motore, oppure alla trasmissione, alla pompa dell’acqua o, anche, al generatore.

In questo caso, quando l’auto al minimo manda segnali inquietanti, meglio recarsi subito nella propria officina di fiducia: un orecchio esperto e attento saprà dare subito pronta risposta. Sperando che non sia nulla di irreparabile.

Ultima modifica: 11 giugno 2020