Manutenzione auto elettriche: in cosa consiste e quando farla

1308 0
1308 0

La manutenzione auto elettriche è uno dei punti più discussi e dibattuti quando si procede all’acquisto di questa tipologia di vetture. Sono ormai sempre più numerosi coloro che decidono di affidarsi all’acquisto di un auto a basso consumo e inquinamento. Tuttavia, sono ancora poco chiare le modalità di manutenzione delle stesse e, soprattutto la cadenza temporale con cui effettuarle. Vediamo quindi, nel dettaglio, tutto quello che c’è da sapere sulla manutenzione delle auto elettriche.

Manutenzione auto elettriche: come avviene?

Il cuore pulsante di questa tipologia di autovetture è costituito dall’impianto elettrico. È proprio su questo componente che avvengono la maggior parte delle attività di manutenzione. Nel corso di ogni revisione i tecnici si occupano di controllare, prima di tutto, il liquido di raffreddamento che incide in maniera decisiva sul funzionamento della batteria: questo processo richiede estrema cura e precisione. È bene ricordare che non tutte le officine si occupano di questo processo, in quanto è necessario un equipaggiamento specifico e dei carrelli di trasporto adeguati.

Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, essendo le auto elettriche dotate di poche componenti e tecnologicamente più complesse, vengono sottoposte ad una tipologia di esame diagnostico completo che si occupa di tutto il telaio. Gli pneumatici costituiscono una parte importante, in quanto sostengono il peso extra delle batterie e devono essere continuamente esposti a controlli approfonditi. In generale possiamo dire che, le auto elettriche hanno un’eccellente capacità comunicativa con il conducente che viene reso immediatamente partecipe di eventuali danni o avarie.

I costi e le tempistiche

Per quanto riguarda i tempi entro i quali effettuare il tagliando, in generale, le case automobilistiche non si discostano da quello che avviene con le automobili ordinarie. Pertanto, è consigliato effettuare un controllo di manutenzione della vettura ogni anno o, in generale, ogni 20.000 chilometri. È importante eseguire con regolarità i primi tagliandi in modo da mantenere monitorata l’efficienza dell’auto.

Quando si parla di costi, invece, è difficile dare una definizione univoca in quanto tutto dipende dalla casa automobilistica di riferimento. È possibile comunque effettuare una stima generica. I prezzi oscillano tra valori bassi, da un lato, tipici di vetture come Renault o Hyunday, che si aggirano tra i 200€ e i 500€. Dall’altro, riferendosi ad automobili di marchi prestigiosi, come Tesla, si arrivano a toccare costi tra gli 800€ e i 1000€.

 

 

Ultima modifica: 25 ottobre 2021