Macchine operatrici usate: vantaggi e svantaggi

291 0
291 0

Lo sviluppo del web ha favorito la vendita di macchine operatrici usate, i cui motori operatrici sono usati sopratutto per compiere azioni lavorative e il cui costo spesso è molto alto.

LE MACCHINE OPERATRICI USATE

Le possiamo comunemente trovare nei cantieri edili o stradali. Acquistare un veicolo di tal tipo, però, può risultare un’operazione molto costosa. Come mai? Bisogna pensare che ci ritroviamo davanti a macchine che il più delle volte sono di grandi dimensioni e che devono garantire sicurezza grazie alla loro struttura progettuale. Tra l’altro, volendone acquistare una, non ci si può certo recare presso un rivenditore autorizzato di fiducia. Esistono, infatti, delle concessionarie apposite di quantità distributiva limitata nel territorio nazionale. Sono più che altro le aziende (in special modo quelle di grandi dimensioni) a usufruire di tali servizi di vendita. Di certo un privato non può esserne interessato.

Altro metodo di acquisto, al quanto moderno, è quello di internet e dei rivenditori online. Proprio nel web, anche in questo settore, si è agevolata la vendita di macchine operatrici usate. Di seguito proponiamo una analisi che garantisce considerazioni vantaggiose o svantaggiose per l’acquirente che si affaccia a tale tipo di mercato. Il costo dell’usato e davvero così inferiore? Conviene rivolgersi ad un concessionario o ad un privato? Scopriamolo insieme.

VANTAGGI DELL’ACQUISTO DELL’USATO

Svolgere la compera di una macchina operatrice usata vuol dire rivolgersi presso un privato o ad una azienda che si occupa della rivendita di tali veicoli. Il primo caso potrebbe favorire chi si affaccia a questo mercato per la prima volta: va infatti considerato che usufruire di un mezzo di seconda mano comporta un notevole risparmio. Però, bisogna far attenzione alle condizioni in cui esso versa. Conviene, dunque, far valutare lo stato meccanico della struttura ad una officina specializzata con dei tecnici competenti e possibilmente di fiducia. Questo perché, con una macchina difettata, si potrebbe cadere in problematiche future di difficile risoluzione, e in riparazioni di costo ingenti.

Lo stesso discorso vale avendo a che fare con un rivenditore autorizzato, la classica Concessionaria. In tale circostanza, però, la vendita dell’usato potrà favorire specialmente chi già possiede un mezzo del genere. Molti venditori, infatti, si prodigano nell’offrire scambi, permute e rivalutazioni: una azienda può recarsi qui, e offrire la macchina che possiede. Il commerciante fa una valutazione e sgrava i soldi corrispondenti al valore del vecchio veicolo dal nuovo acquisto. I vantaggi dunque riguardarono in prima linea i metodi di pagamento, e i costi inferiori rispetto al ”nuovo”.

SVANTAGGI DELL’ACQUISTO DELL’USATO

Tra i punti di svantaggio nella compera di un mezzo operatrice di seconda mano abbiamo, come accennato precedentemente, i possibili problemi di funzionamento. Ovviamente, qualora il veicolo non sia nuovo ci saranno senza ombra di dubbio maggiori possibilità di incorrere in problematiche di matrice meccanica come l’usura, i km percorsi ed altre variabili che sono fattori molto importanti e da tenere sempre presente.

Altro aspetto da considerare è il passaggio di proprietà: la tassa da pagare risultano a carico dell’acquirente che sarà anche il nuovo proprietario. Per il resto i parametri di utilizzo sulle imposte da pagare e sulle modalità assicurative previste sono simili alle macchine nuove e riguardano più che altro i singoli modelli.

CONOSCERE PER ACQUISTARE L’USATO

Tra questi veicoli ci sono le utilissime gru, usate in ogni cantiere per lo scavo di fossi e la costruzione di fondamenta edili, ma non solo. Dunque, se decidiamo di comprarne una usata, bisogna verificare la tenuta delle aste motrici, condizione essenziale per la sicurezza di chi ci lavora. Le macchine per movimento terra, invece, servono specificamente per gestire la variazione della superficie dei terreni su cui compiere le lavorazioni. I camion con carrello posteriore sono utilissimi per il trasporto di materiale e per compiere viaggi sia con grandi distanze, che di piccole. Di tipo differente è invece il carrello per magazzino, poiché per la sua guida è necessario un patentino; è uno strumento utile per il trasporto e lo spostamento di masse pesanti all’interno di uno spazio ben delimitate. Tutti i mezzi con carrello elevabile sono da considerare come parte di questa categoria: quindi anche quelli che troviamo comunemente per strada e che consentono all’operaio di turno di ultimare il proprio compito, ad una altezza elevata.

Di vocazione più popolare risultano essere, invece, le macchine agricole: quella più comune è senza dubbio il trattore. Il suo costo è più che rilevante. Nell’acquisto dell’usato va valutato, tra le tante componenti, anche lo stato delle grandi ruote che lo compongono. I mezzi per tagliare il grano sono dei sistemi meccanici fortemente utilizzati perché utili nel proprio campo. Agricoltori da ogni parte del Paese ne acquistano un modello per poter favorire l’incremento della produzione dei prodotti del settore tanto che ci sono delle società che offrono alle aziende una ricerca facilitata dei veicoli usati, in modo da consentire alle singole ditte un risparmio notevole. E’ difficoltoso, infatti, per ogni singolo imprenditore riuscire a trovare l’occasione giusta al momento giusto: internet e il web sono pieni di siti che pubblicizzano servizi di questo tipo. Vi sono anche recensioni che consigliano un’agenzia specifica anziché un’altra; oppure altre che indicano un tipo di macchina a dispetto di altre tipologie. Ovviamente tali considerazioni sono da prendere con le pinze perché solo l’esperienza personale può fornire un dato concreto.

Questo discorso, quindi, vale anche per l’uso delle macchine operatrici usate. La produzione di quelle ”nuove” non ha mai avuto una flessione significativa e dunque c’è modo di pensare che la propria vendita proceda spedita senza problemi. Il metodo del passaparola tra i lavoratori di un settore è attualmente quello più sicuro per farsi dare consigli in materia di compere o indicazioni validi per l’utilizzo per l’usato. E’ necessario, infatti, rivolgersi a qualcuno di fiducia che possa rassicurarci sulle scelte, qualora ce ne fosse bisogno, o addirittura indirizzarci nei casi in cui non sappiamo che pesci prendere. Al netto di tutte le informazioni, fondate o non fondate che si possono ottenere, bisogna considerare che ci sono in ballo cifre economiche piuttosto elevate. Una informazione sicura e certa prima di procedere è elemento essenziale ed irrinunciabile.

 

Ultima modifica: 19 febbraio 2019