Lunotto: come deve essere sostituito

3271 0
3271 0

Il danneggiamento del lunotto posteriore del vostro autoveicolo richiederà inevitabilmente la sua sostituzione. Ecco come procedere.

A differenza del parabrezza, il quale nel caso di un danneggiamento non troppo importante potrà essere riparato, i finestrini laterali e il lunotto posteriore, in caso di danneggiamento dovranno essere sostituti. Vediamo come bisogna procedere.

Perchè va sostituito

Il vetro che compone il lunotto posteriore della vostra automobile, esattamente come quelli che compongono il parabrezza, ha una qualità certificata e in caso di sostituzione bisognerà utilizzare un vetro con le caratteristiche di conformità all’originale certificato dalla casa costruttrice.

Il lunotto posteriore andrà sostituito in caso di danneggiamento causato da un incidente o da altri tipi di impatti violenti. In certe circostanze di guida, alcune strade sono caratterizzate dalla presenza di detriti che potranno essere mossi dalle ruote degli autoveicoli e andare ad impattare con il vetro del lunotto, provocando piccoli danni. In conseguenza di questi danni, sarà necessario effettuare la sostituzione del vostro lunotto posteriore.

Come sostituirlo

Se si deve sostituire il lunotto posteriore del proprio autoveicolo, bisogna sapere che recarsi dal carrozziere comporterà un discreto costo di manodopera. Se abbiamo tempo, pazienza e siamo dotati di una buona manualità, potremo evitare i costi di un carrozziere e procedere noi stessi con il fai da te, alla sostituzione del lunotto posteriore. Ecco come procedere passo dopo passo alla sostituzione di questo elemento.

Prima di tutto sarà importante acquistare un lunotto posteriore nuovo. Una volta effettuato l’acquisto, potremo procedere allo smontaggio di quello vecchio e danneggiato. Per prima cosa dovremmo procedere a togliere le spazzole dei tergicristalli. Utilizziamo per questa operazione una chiave inglese. Possiamo poi procedere alla fase di smontaggio del cristallo rotto, tirando verso l’esterno la guarnizione. Si tratta di un procedimento molto delicato; dovremo svolgere il tutto con molta calma, evitando di danneggiare la guarnizione. Una volta che la guarnizione sarà fuori, estraiamola tutta con delicatezza.

Sarà importante farsi aiutare da un’altra persona che dentro l’automobile terrà fermo il cristallo. Procediamo estraendo il lunotto rotto e posizioniamolo all’esterno. Applichiamo nuovamente del sigillante sulla guarnizione e poggiamola sul nuovo cristallo. Dopo questa operazione, prendiamo una cordicella con il diametro di 3, 4 millimetri e inseriamola nella cavità vuota della guarnizione. Facciamo incontrare le due estremità della cordicella, nella parte bassa del vetro. Prendiamo poi il cristallo e posizioniamolo sulla parte posteriore dell’auto. Portiamo la cordicella all’interno dell’abitacolo e tiriamo leggermente legando il filo ad un cacciavite. Una volta che avremo montato il vetro, dovremo sistemarlo dall’esterno e rimontare poi le spazzole del tergicristallo.

Ultima modifica: 26 febbraio 2018