Come lucidare l’auto con la pasta abrasiva

558 0
558 0

Per prima cosa occorre tanta pazienza e anche un po’ di tempo, ma soprattutto occorre avere un po’ di manualità e tanta passione per i lavori fai da te. Perché se è vero che per lucidare la propria auto con l’ausilio della pasta abrasiva non occorre essere per forza dei “macgyver”, è altrettanto vero che il possibile e potenziale “danno” è dietro l’angolo.

Sì, proprio così: non si pensi che la pasta abrasiva sia del tutto innocua, anzi. Proprio per la sua azione abrasiva, infatti, il rischio di compromettere (anche irreparabilmente!) la vernice della propria auto è dietro l’angolo. Fatta questa doverosa premessa, ecco come fare per lucidare la propria auto con la pasta abrasiva.

Mai esagerare

Per prima cosa, prima di mettersi al lavoro con la pasta abrasiva, occorre lavare in maniera molto accurata la propria auto. Soprattutto, occorre assicurarsi che non ci sia polvere granelli di terra/sabbia, quindi il lavaggio dovrà essere tutt’altro che approssimativo.

La lucidatura del proprio veicolo con la pasta abrasiva non deve essere un lavoro improvvisato e si deve avere un po’ di tempo a disposizione per eseguirlo ad opera d’arte: altrimenti meglio rinunciare. In ogni caso, una volta che l’auto sarà pulita, si può procedere con la lucidatura: per procedere al meglio, occorre dotarsi di un panno morbido (molto morbido) oppure di un po’ di cotone. Si rovescia un po’ di pasta sul panno e si inizia a massaggiare con molta delicatezza, ma insistendo.

Una volta lucidato ben bene, si deve prendere un panno pulito e fare la stessa operazione, in modo da eliminare aloni e la pasta abrasiva in eccesso. Dopo di che, l’auto va fatta asciugare: solo alla fine, dopo qualche ora dal trattamento, sarà bene passare un po’ di cera.

Le alternative

Ci sono alcune valide alternativa all’impiego della pasta abrasiva quando si vuole lucidare la propria auto. Per esempio si può procedere direttamente con la cera, evitando così di intraprendere un lavoro troppo impegnativo. oppure c’è chi utilizza il polish, che sicuramente è meno aggressivo – e dunque pericoloso – rispetto alla pasta abrasiva.

Infine, c’è chi preferisce andare direttamente da un professionista della lucidatura: il risultato è garantito e non si deve investire un’ingente quantità di tempo.

Ultima modifica: 15 aprile 2019