Luce di cortesia dell’automobile: cos’è e come cambiarla

30196 0
30196 0

Si chiama luce di cortesia ma in verità è l’unico punto luce adeguato quando bisogna illuminare l’abitacolo dell’auto in caso di oscurità.

La luce di cortesia è un accessorio indispensabile nell’auto per permettere l’illuminazione interna e consentire di svolgere alcune operazioni in condizioni di buio determinato dall’orario serale, oppure dal luogo in cui si trova l’auto (gallerie, garage, etc).

Essa è collocata al centro del frontale su cui poggiano lo specchietto retrovisore e i pannelli copri-sole, e si accende con una semplice pressione sulla sua plafoniera o con uno spostamento laterale della stessa.

Questo tipo di luce è rinomata per essere utilizzata soprattutto dalle donne che approfittano per un ultimo ritocco, ma non mancano anche altre occasioni che la rendono necessaria anche per gli altri passeggeri e per lo stesso guidatore.

La manutenzione di questa indispensabile “lucetta” è, dunque, quasi obbligatoria, e le operazioni per garantirne sempre il buon funzionamento riguardano essenzialmente la sua sostituzione.

Infatti, può accadere che la lampadina si sia fulminata oppure la plafoniera che la contiene sia rotta o manomessa, quindi si tratta di intervenire disponendo dei seguenti oggetti:

  • libretto di manutenzione che specifica il modello sia di lampadina che di plafoniera, da acquistare presso un qualsiasi rivenditore di ricambi auto oppure online in siti di e-commerce;
  • arnesi da lavoro, come un cacciavite o altro da valutare al momento;
  • una lampadina o una plafoniera.

La prima operazione riguarda la rimozione della plafoniera, sia nel caso in cui si debba sostituire che in quello per cui si debba cambiare solo la lampadina: si tratta di sganciare la cinghia gommata che avvolge il perimetro della plafoniera e staccarla dal suo abitacolo facendo leva con il cacciavite. Può esserci il caso in cui sia agganciata con delle viti, per cui l’operazione è anche più facile.

Per inserire quella nuova, effettuare l’operazione al contrario: agganciare la nuova plafoniera nel suo abitacolo stando attenti a far combaciare la cinghia gommata al suo contorno, e verificandone la stabilità con una leggera pressione sui bordi.

Nel caso in cui sia la lampadina a dover essere sostituita, dopo aver rimosso la plafoniera bisogna rimuovere la lampadina delicatamente – ricordandosi che la tensione è a 12V, l’interruttore deve essere in posizione off, l’auto deve essere spenta – e sostituirla con una analoga o a led.

Attenzione, però, può succedere che la lampadina sostituita non restituisca il fascio di luce atteso: significa che ci sono problemi di altra natura che coinvolgono l’accessorio, come la presenza di ruggine negli attacchi, l’opacizzazione della plafoniera, o una fastidiosa infiltrazione di umidità.

Ultima modifica: 19 settembre 2017