Lamborghini Aventador, la più fotografata a Monterey

171 0
171 0

Qualsiasi salone automobilistico offre numerosi spunti di riflessione a cominciare dalle auto più fotografate: i produttori di solito abbinano alle proprie vetture più esclusive le modelle più belle. Prima di ogni salone c’è una vera e propria corsa da parte degli uffici marketing e dei consulenti che allestiscono gli spazi fieristici ad accaparrarsi le ragazze più avvenenti e sensuali dalle migliori agenzie. Al punto che negli ultimi anni quando le ragazze conquistano più foto dai fanatici dei social network rispetto alle auto qualcuno ha anche pensato di “non distrarre” il pubblico dalle auto esposte. Magari è una battuta, magari no. Di sicuro non lo è per la Lamborghini Aventador.

Lamborghini a Monterey 

Durante l’evento espositivo della Monterey Car Week si sono viste scene quantomeno bizzarre con una meravigliosa Lamborghini Aventador in bella vista si sono viste modelle bellissime mettersi in mostra a fianco o dentro la vettura: e i visitatori a un certo punto hanno addirittura chiesto se era possibile ‘spostare la modella per vedere solo la macchina’. Una richiesta che ha sorpreso anche gli allestitori della casa di Sant’Agata Bolognese che sul mercato americano puntano moltissimo e che avevano creato anche uno splendido quartier generale nel cuore di Pebble Beach, il Lamborghini Lounge, con musica, cene fusion, eventi e tanti facoltosi acquirenti pronti a discutere di prestazioni ma soprattutto di prezzi.

Il 2019 promette di essere un anno straordinario per la casa del Toro che ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con un record di vendite (+96%) con una enorme attenzione, soprattutto dagli USA per Urus, il Suv di casa Lambo.

Vendite record per Lamborghini

Il mercato della Lamborghini cresce un po’ ovunque, Italia, Europa, paesi arabi e Asia ma soprattutto negli USA: “L’America ha venduto il 128% in più dispetto ai primi sei mesi del 2018 e si tratta di un aumento esponenziale che fa ben sperare soprattutto per i nuovi modelli che siamo imponendo oltre al Suv Urus – dice Stefano Domenicali, amministratore delegato della Lamborghini – e quindi Aventador S, Aventador SVJ Roadster e Huracan EVO Celebration. L’attenzione del pubblico ovviamente ci lusinga e ci premia ma di fronte a una risposta del genere non possiamo far altro che lanciare ancora nuove proposte e puntare a segmenti sempre più ampi. Uros ha dimostrato che l’idea di un Suv era coraggiosa ma certo non sbagliata”.

Ultima modifica: 8 ottobre 2019