Inverno in auto: come affrontarlo al meglio

304 0
304 0

Il cambio di stagione non vale solo per la nostra abitazione e per la cabina armadio. Anche la nostra auto ha bisogno di alcune attenzioni in più quando il clima cambia completamente. E questo vale non solo quando si passa dall’estate all’inverno ma anche di più quando si svolta verso il freddo.

Non solo le gomme

Ci sono cose che sono decise a priori e che vengono regolamentate dal codice della strada: come per esempio la rotazione delle gomme stagionali. Dal 15 novembre vige l’obbligo di circolare con le gomme invernali (o con le catene a bordo) su tutte le strade alpine, appenniniche o che comunque comportano il rischio di gelate e di neve. Si rischiano sanzioni.

Ma ci sono aspetti che riguardano la vettura e che competono solo al proprietario.

Attenzione ai fluidi

L’inverno comporta rischi soprattutto per via delle basse temperature: se le auto a benzina non possono essere toccate da eventuali gelate, il gasolio – come noto – a basse temperature rischia di cristallizzarsi. La conseguenza è molto semplice: la macchina non partirà. A volte basta tenere l’auto al riparo in garage per evitare che il gasolio si abbassi troppo di temperatura. In tutte le località di alta montagna è in distribuzione il cosiddetto gasolio invernale, un carburante addizionato che evita che il gelo, in caso di temperature rigidissimi, si geli all’interno degli iniettori. Un’altra soluzione è ad ogni pieno di gasolio arricchire il serbatoio con un additivo: il costo è di pochi euro ed evita che, se partiamo per una vacanza in montagna, il nostro carburante non sia preparato allo sbalzo climatico.

Radiatore e tergicristalli

Nelle zone in cui le gelate trasformano la brina e l’umidità notturna in un pesante strato di ghiaccio i nostri cristalli sono commercializzati ormai da tempo prodotti specifici. Liquidi che sciolgono rapidamente il ghiaccio e impediscono che le spazzole dei tergicristalli facciano troppa fatica, magari danneggiandosi o deteriorandosi. Esistono anche tergicristalli ‘potenziati’ con una lamina di gomma più resistente.

Assolutamente da non dimenticare il cosiddetto ‘paraflu’, il liquido che evita il gelo nel nostro radiatore. É  fondamentale. Ma questi aspetti sono di ordinaria amministrazione per meccanici che con pochi soldi ed evitando qualsiasi rischio effettuano un minitagliando verificando altre funzionalità importanti: la pulizia del filtro del climatizzatore, la verifica delle luci antinebbia anteriori e dei segnalatori posteriori.

Ultima modifica: 11 novembre 2020