Incentivi di rottamazione: come ottenerli quest’anno

341 0
341 0

L’emergenza inquinamento passa anche attraverso una serie di iniziative tese a ringiovanire il parco auto del nostro paese: troppi i veicoli sia a gasolio che a benzina vecchi e inquinanti. Ed è per questo che dal 2019 sono stati stanziati dal Governo tutta una serie di incentivi dedicati a chi vuole rottamare la propria vecchia auto e acquistare un veicolo di nuova generazione: il finanziamento è generoso: 60 milioni quest’anno, altri 70 per il 2020 e altrettanti per il 2021.

Le auto che beneficeranno del maggior sostegno economico sono quelle a minore impianto ambientale in termini di emissioni CO2.

Ecobonus e altri incentivi, come ottenerli

L’incentivo di rottamazione si chiama in realtà Ecobonus e va di pari passo con altre iniziative volte a penalizzare i veicoli più inquinanti: a questa iniziativa governativa si appoggiano anche numerose altre iniziative commerciali che sono state create dalle singole case automobilistiche per promuovere i propri prodotti meno inquinanti, in particolare quelli elettrici e ibridi.

L’Ecobonus è stato presentato lo scorso anno, approvato e inserito nella legge di bilancio del 2019. Le classi di merito sono due: le auto nuove che garantiscono un emissione inferiore ai 20 g/km è previsto un bonus a fondo perduto di 4000 euro; per le auto la cui emissione è tra i 21 e i 70 g/km il contributo scende a 1500 euro.

Condizioni necessarie per ottenere l’Ecobonus

Rottamare il proprio vecchio modello e acquistare un’auto nuova non basta per ottenere il contributo dell’Ecobonus non basta, ci sono alcune condizioni ulteriori: il prezzo di listino (sconto escluso, e dunque prezzo pieno) della vettura nuova non deve superare i 50 mila euro più IVA.

Attenzione ai tempi di consegna dell’auto: perché per accedere al bonus si avranno 5 mesi per immatricolare il veicolo dal momento della prenotazione dello stesso; altro aspetto fondamentale è la disponibilità del finanziamento. I 60 milioni di euro predisposti dal governo sono tanti: ma non sono eterni. Se il fondo di esaurisse non ci sarà alcun Ecobonus fino a gennaio.

Un dato interessante di cui si è parlato poco riguarda anche le moto: ci sono 10 milioni di euro disponibili anche per le due ruote… i mezzi leggeri elettrici sono sempre di più e quelli di vecchia generazione – anche perché il blocco del traffico non riguarda quasi mai i motocicli – sono tanti. Ma l’Ecobonus per le moto è attivato solo fino al dicembre di quest’anno. Dal primo marzo scorso il Ministero dello Sviluppo Economico ha predisposto una interfaccia a disposizione di concessionari e privati interessati al bonus auto: ecobonus.mise.gov.it.

Ma basterà rivolgersi a una qualsiasi concessionaria per accedere all’incentivo: saranno i venditori a occuparsi di tutte le pratiche.

Ultima modifica: 8 maggio 2019