Incentivi auto senza rottamazione: cosa c’è da sapere

252 0
252 0

La partita sugli incentivi auto è tutt’altro che chiusa. E’ possibile che dopo la pubblicazione della legge di bilancio, del 31 dicembre scorso, nella quale erano previste le forme di agevolazione per l’acquisto di veicoli nuovi, si riapra il dibattito.

Soltanto voci, comunque, lasciate intendere dai ministri dell’Ambiente e dei Trasporti. Perché la vicenda è stata lunga e articolata, impennate improvvise e retromarce altrettanto inattese, per arrivare a un accordo che si basa essenzialmente su due parametri.

Incentivi auto 2019: requisiti necessari

Gli incentivi auto per tutto il 2019, allo stato dei fatti, sono definiti dalle emissioni di anidride carbonica per ogni chilometro percorso e dal prezzo di listino, che non deve superare i 50mila euro più iva.

La spiegazione di questi parametri sta tutta in una linea politica che si muove su due direzioni: da un lato incentivare l’acquisto di auto meno inquinanti, dall’altro fare in modo che i benefici valgano per chi non acquista auto di lusso, e può dunque permettersi di pagare prezzo pieno.

Sul punto le polemiche si sono sprecate, fino a portare l’iniziale limite di 45mila euro a 50mila, per ricomprendere anche una serie di vetture che non sono economiche perché rappresentano un simbolo di lusso, ma perché adoperano una tecnologia innovativa, meno impattante e dunque rispondono all’esigenza di ecocompatibilità.

Si parla infatti di ecobonus, che viene distinto sostanzialmente in due fasce.

Emissioni di CO2: cosa sapere

Per le auto che dichiarano emissioni inferiori o pari a 20 grammi di CO2 per ogni chilometro percorso, gli incentivi auto sono al massimo e consentono di ottenere 4mila euro di sconto sul prezzo di listino, quando non si possiede un’auto da rottamare.

La possibilità di un taglio sul prezzo di listino scende vertiginosamente per le auto di nuova costruzione che dichiarino emissioni di anidride carbonica comprese tra i 20 e i 70 grammi per ogni chilometro.

In questo caso si parla di ecobonus semplice, che senza una vecchia auto da rottamare, si ferma a 1500 euro di sconto sul listino. Non cambia il prezzo di riferimento, che deve rimanere entro i 50mila euro più Iva, o 61mila euro totali.

Non ci sono vincoli sul tipo di alimentazione, ma è chiaro che le auto diesel sono in qualche modo penalizzate, anche in vista della dismissione di questo tipo di carburante fossile.

Ultima modifica: 11 gennaio 2019