Incentivi auto 2021, cosa bisogna sapere

878 0
878 0

Acquistare una macchina nuova? Un’idea che potrebbero avere molti di voi ora che l’anno va a iniziare. Sono molteplici le opportunità che si offrono ai potenziali acquirenti. Perlo più si tratta di bonus e incentivi che si legano al rinnovamento del parco auto nazionale con miglioramento della classe ecologica. Una chance in più per chi volesse rottamare il proprio veicolo utilizzando lo sconto offerto dallo Stato. Un contributo importante senza il quale tante famiglie non potrebbero permettersi l’acquisto. Ecco cosa bisogna sapere sugli incentivi auto nel 2021.

I nuovi incentivi e bonus nella legge di Bilancio 2021

La legge di Bilancio 2021 prevede incentivi per l’acquisto di auto a basso impatto ambientale. Per le elettriche e ibride plug-in con emissioni di anidride carbonica fino a 20 grammi per chilometro, lo sconto viene concesso con e senza rottamazione. Per i veicoli Euro 6 con emissioni fino a 135 grammi è richiesta la rottamazione di un vecchio veicolo con almeno 10 anni di vita.

Diversa anche la durata: il contributo vale per tutto il 2021 per i veicoli elettrici e ibridi e fino a giugno per le Euro 6. Previsti inoltre vari bonus a seconda della fascia di emissione. Nel caso di rottamazione, il contributo statale è pari a 2.000 euro, mentre senza rottamazione il bonus scende a 1.000 euro.

L’ecobonus della legge di Bilancio 2019 è ancora valido

Quanti sono interessati all’acquisto di un nuovo veicolo nell’anno in corso tengano conto che esistono precedenti misure governative che dispiegano i loro effetti anche quest’anno. In molti casi tali incentivi si affiancano, in altri sono cumulabili con quelli introdotti dalla legge di Bilancio 2021. Per quanto riguarda la legge finanziaria 2019, bisogna riferirsi in particolare all’articolo 1 (comma 1031) della legge numero 145/2018 che sarà in vigore fino al 31 dicembre di quest’anno. Tale disposizione riconosce sgravi sull’acquisto, anche in locazione, di veicoli di categoria M1 con emissioni di anidride carbonica non superiori a 60 grammi per chilometro, con prezzo risultante dal listino prezzi della casa produttrice non superiore ai 50.000 euro.

L’ecobonus è variabile in funzione del livello di emissioni della vettura acquistata e di quella che si va a rottamare: da 0 a 20 grammi di CO2 per chilometro, sconto di 6.000 euro se si rottama un veicolo omologato da Euro 0 a Euro 4; 4.000 euro senza rottamazione. Nel caso di acquisto di veicoli con emissioni da 21 a 60 grammi di CO2: 2.500 euro se si abbandona una macchina euro 0 / euro 4; 1.500 euro senza rottamazione. Nel caso di rottamazione, il veicolo deve essere intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad uno dei familiari conviventi.

Ultima modifica: 19 gennaio 2021