Guidare con infradito: informazioni e precauzioni utili

522 0
522 0

È possibile guidare con infradito? Scopri le novità di questa legge abrogata: ora si può guidare anche con le ciabatte, ma cosa c’è da sapere?

Sono passati diversi anni da quando, nel 1992, è stata introdotta la legge che non permetteva di guidare con infradito. Non solo, quella legge specificava che non potevano essere indossate calzature aperte, come ciabatte, zoccoli o sandali. Oggigiorno, questa limitazione alla guida non è più in vigore ed è quindi possibile guidare con una calzatura scelta in maniera responsabile dall’automobilista.

All’avvicinarsi dell’estate e delle temperature calde, chi non ha desiderato indossare delle calzature aperte per smorzare la sensazione di caldo? Adesso non si corre più il rischio di una multa da parte di vigili o carabinieri. Puoi scegliere liberamente di guidare con infradito senza la paura di incorrere in una sanzione. Il Codice della Strada dice, infatti, che ogni automobilista deve avere il pieno controllo del proprio mezzo per evitare ogni possibile ostacolo.

Questa abrogazione è stata resa possibile grazie ai nuovi modelli di automobili, disegnate prestando maggiore attenzione alle esigenze dell’automobilista contemporaneo. La tecnologia ha consentito di mettere a punto delle macchine sempre più comode e facili da utilizzare. La corsa del freno e della marcia, ovvero il tempo impiegato per spingere i rispettivi pedali, è stato notevolmente ridotto. Allo stesso modo, anche il pedale dell’acceleratore è stato migliorato, apportando una maggiore praticità per l’automobilista. Ne consegue, pertanto, una minore pressione del piede che non richiede necessariamente l’utilizzo di calzature chiuse e robuste.

Sebbene questa limitazione sia stata eliminata dal Codice della Strada, occorre ricordare che quando siamo alla guida bisogna sempre attenti per preservare la propria incolumità, ma anche quella degli altri utenti della strada. A tal proposito, il Codice della Strada specifica che ogni automobilista deve essere in grado di autodisciplinarsi nell’abbigliamento. In questo modo, ogni automobilista deve capire in modo autonomo e con il proprio buon senso quale tipologia di calzatura indossare al momento della guida.

Se le multe per guidare in infradito fanno parte del passato, c’è un’altra questione che riguarda le compagnie di assicurazione. Nonostante l’abrogazione di questo divieto, la legge presenta una norma sostitutiva generica da contemplare in caso di incidente. I vigili o carabinieri potrebbero annotare il tipo di calzatura indossata dall’automobilista, facendo valere il rischio di rivalsa. La rivalsa è una clausola che il contraente della polizza assicurativa sottoscrive al momento della stipula del contratto. In questo modo, la compagnia di assicurazioni può richiedere i danni dell’incidente al contraente della polizza per la cattiva condotta durante la guida.

Prima di metterti alla guida, pensa sempre alla tua sicurezza e a quale rischio potresti rappresentare per gli altri.

Ultima modifica: 27 settembre 2017