Come guidare consumando poca benzina in città

520 0
520 0

Risparmiare carburante durante la guida rappresenta un obiettivo sempre più auspicabile. C’è l’aspetto economico, chiaramente, da considerare. Ma evitare dispendi superflui garantisce anche un valore aggiunto sotto il profilo del rispetto dell’ambiente, un tema sempre più sentito oggi. Una problematica che risulta particolarmente cruciale se viviamo in contesti urbani o metropolitani. Guidare in città può essere snervante e molto più costoso che negli altri percorsi. Si impone dunque una domanda: come guidare consumando poca benzina in città? Di seguito troverete alcuni utili suggerimenti che vi invitiamo a leggere.

Piede leggero e sguardo lungo: l’alleanza tagliacosti

A parole tutti siamo d’accordo circa la necessità di tagliare sui costi di esercizio di un’automobile. Ma all’atto pratico, cosa dobbiamo fare? Presi dalla routine quotidiana, ci può apparire impossibile ridurre anche solo di una goccia il carburante consumato. Accompagnare i bambini a scuola, andare in ufficio, rincasare nel pomeriggio e uscire la sera: sono tutti appuntamenti standard e non vezzi evitabili. Ma c’è modo e modo anche di andare a fare la spesa o di portare il bimbo a calcetto. Il risparmio inizia prima ancora di salire in auto.

L’uovo di Colombo è di mettersi in cammino con un congruo anticipo. In città il traffico non è una sorpresa ed è opportuno fare le cose per tempo. Ciò vi consentirà di non dover correre per le strade intasate del centro, prendendovi tutto il tempo che vi serve per guidare senza brusche frenate e furiose accelerazioni. Un consiglio sempre valido è avere lo sguardo lungo. In questo modo ad esempio potrete accorgervi in anticipo se si profila un rallentamento della colonna di auto che vi precedono e iniziare a decelerare gradualmente alzando il piede dal pedale del gas. Così al semaforo: inutile correre come pazzi per beccare il rosso.

Avvicinarsi con gradualità all’incrocio vi permetterà di evitare frenate improvvise, pratica peraltro pericolosa e usurante anche per freni e pneumatici. Un altro suggerimento che imparerete ad apprezzare è: non sempre la strada più breve è anche la più veloce. Infatti, se quella strada taglia un quadrante urbano, è verosimile che la stessa scelta la compiano in tanti finendo per diventare un imbuto estenuante. È dunque preferibile optare per percorsi un po’ più larghi, per arterie a scorrimento più veloce, anche se ciò comporterà allungare di qualche chilometro il tragitto.

Un altro consiglio per risparmiare benzina alla guida è alleggerire il veicolo di tutto ciò che non è strettamente necessario. Può sembrare ininfluente, ma anche una decina di chili in più spostata per chilometri ha il suo peso. Un’altra “chicca”? Guidate con i finestrini chiusi o socchiusi. I flussi che entrano riducono la capacità aerodinamica del veicolo, e anche questo alla lunga produce inefficienze.

Ultima modifica: 4 ottobre 2021