Guida in città: tutti i rischi che si possono correre

384 0
384 0

Essere proprietario di un veicolo autostradale comporta onori, come la libertà di muoversi da un luogo all’altro, ma anche onori, come il doversi rapportare ai rischi che si possono correre mettendosi alla guida di un’auto. Nell’articolo seguente vedremo otto consigli per diminuire la pericolosità della guida in città gestendone i rischi.

Rispetto per se stessi e per gli altri

Può apparire banale ma la regola da cui partire per scongiurare ogni rischio della guida in città risiede nel rispetto per se stessi e per le altre persone. Difatti approcciarsi alla guida con un fare dispotico o nervoso potrebbe minare l’attenzione del guidatore, ponendolo ad alto rischio di sinistri. Se si parla di trasporto e spostamento di un’auto la parola rispetto equivale a segnaletica, ovvero rispetto del codice stradale. Di fondamentale importante per estendere la portata del rispetto anche alle altre persone, attuando una guida attenta e ponderata.

Indossare le precauzioni base

Mettendosi alla guida in una vettura in città tra le prime azioni da svolgere c’è quella di premunirsi con le precauzioni basilari che il mezzo fornisce. Per un’auto, ad esempio, la cintura di sicurezza rappresentata la precauzione fondamentale da cui non si dovrebbe prescindere, vista la sua comprovata efficacia.

Se invece tra i passeggeri dovesse esserci un neonato è obbligatorio installare il seggiolino anti-abbandono, che serve a scongiurare, come dice la parola stessa, che il guidatore nonché presunto genitore dimentichi il bambino dentro la vettura. Gli ultimi modelli di questi speciali seggiolini possono essere collegati anche ad un app, che ne aumenterà la sicurezza tramite le notifiche. Se invece il guidatore fosse di un motociclo, ecco che la precauzione base da cui non si dovrebbe prescindere risulterà il casco.

Fermarsi se stanchi

Altro tassello imprescindibile per prevenire ogni rischio mettendosi alla guida di un’auto è la lucidità della persona. Guidare in città con la stanchezza addosso, non perfettamente rilassati può rendere particolarmente nervosi e, come accennavamo prima, il fare bizzoso mal si concilia con una guida cittadina sicura.

Si sottointende come sia categoricamente vietato l’uso di psicofarmaci o sostanze stupefacenti che, alterando la percezione della realtà, rendono il conducente un pericolo per se e per gli altri. Ciò vale anche per il guidatore più avanti con gli anni che, magari, potrebbe avere dei riflessi meno adatti a fornire la sicurezza necessaria e che, quindi, dovrebbe appendere ‘le chiavi dell’auto’ al chiodo.

Evitare distrazioni

La sicurezza alla guida, anche in città, passa attraverso la concentrazione che il guidatore riuscirà a mettere in campo. Un cartellone pubblicitario accattivante, un messaggio dal partner o una domanda del figlio nel sedile dietro possono turbare in un attimo la focalizzazione dell’obiettivo del guidatore che, allentando l’attenzione, si pone sotto rischio di leggerezze al volante.

guida in città

 

Manutenzione

Come per ogni oggetto, prendersi cura del proprio automezzo, a due o quattro ruote che sia, è il primo step per assicurarsi ottime prestazioni e, sopratutto, alzare il livello di sicurezza al momento della guida. Dal gonfiare i pneumatici con regolarità, al controllo olio motore passando per la revisione dell’apparato frenante, sono solo alcune delle opere di manutenzione che un coscienzioso guidatore può attuare prima di mettersi al volante della propria autovettura.

Mantenersi sotto i limiti di velocità

La sicurezza durante la guida in città passa anche per la velocità di percorrenza, essendo un dato riscontrabile come maggiore sia la velocità con cui si sta percorrendo un tratto stradale e maggiori saranno le probabilità di incorrere in un sinistro. Malgrado, spesso e volentieri, nelle strade cittadine i limiti da mantenere siano decisamente contenuti è bene, ugualmente, rispettarli perchè vi sono sempre figure come i pedoni e gli altri guidatori, che meritano la giusta attenzione. Non bisognerà nemmeno esagerare nel senso opposto, ovvero mantenere una velocità di percorrenza troppo al di sotto del limite richiesto perchè, anche in questo caso, si diventa inevitabile bersaglio di altri automezzi che avanzano a velocità più sostenute nella stessa corsia di marcia.

Tecnologia sicura

Alle volte un pensiero assillante può anche divenire un tarlo durante la guida di una vettura in città ed il supporto della tecnologia odierna può, fortunatamente, aiutarci ad ovviare al problema. Se, ad esempio, si sta aspettando una chiamata importante, anziché mettere una mano al volante e l’altra al telefonino, sarebbe più sicuro munirsi di dispositivo bluetooth che permetterà al guidatore una comunicazione perfetta con entrambe le mani sul voltante ed un’attenzione focalizzata sulla strada.

Anche la conoscenza del percorso può rivelarsi un fattore fondamentale per la sicurezza perché se, ad esempio, sarà necessario raggiungere un luogo a noi sconosciuto si potrebbe incorrere in perdita di tempo, benzina ed, eventuale usura supplementare del veicolo, in caso si prendano strade non adatte alle sospensioni dell’auto. Per ovviare al problema la soluzione è il GPS, oramai parte integrante delle nuove vetture in commercio, che permetterà al guidatore di avere una bussola in più su cui contare, una bussola parlante che gli indicherà la strada passo passo per raggiungere il luogo prefissato. Meno stress da ‘ricerca di percorso stradale’ e più attenzione da riversare sulla strada, quindi più sicurezza alla guida in città.

Parcheggiare adeguatamente

Quando il mezzo deve essere risposto in un parcheggio è doveroso porgere la massima attenzione che si tratti di un’area libera da vincoli di privati, come il passo carrabile o un cancello d’abitazione, o pubblici, come un’area adibita al carico e scarico merci o alla nettezza urbana. Difatti, parcheggiare la macchina in un posto inadeguato potrebbe arrecare, oltre ad infrangere le norme autostradali della legge vigente, un grave danno di sicurezza personale, perchè qualcuno potrebbe aver bisogno di uscire da casa per motivi ambientali, come crolli o incendi, o di salute e trovarsi impossibilitato da una vettura terza che blocca il passaggio.

Gli otto consigli sopracitati vogliono essere una lista sommaria di alcuni azioni che aumentano la sicurezza del guidatore cittadino di un’auto, anche se la base di ogni precauzione parte sempre dalla persona che si appresta alla guida ed alla propria propensione di mantenersi vigile in ogni circostanza.

Ultima modifica: 20 marzo 2020