La guida al check-up degli pneumatici

301 0
301 0

Il controllo corretto e completo degli pneumatici della propria automobile è un’operazione troppo spesso sottovalutata. Si tratta, infatti, di un check-up fondamentale, poiché gli pneumatici rappresentano il principale punto di contatto tra l’automobile e la carreggiata. Oltretutto, un sano controllo abituale degli pneumatici può prevenire multe salate e spese evitabili. Vediamo, allora, come eseguire un veloce check-up degli pneumatici per rendere i viaggi in strada più sicuri.

Controllo del battistrada

Il primo elemento da considerare durante il check-up degli pneumatici è il battistrada, definito come quella porzione dello pneumatico che tocca concretamente la strada, permettendo il reale contatto tra l’automobile e la carreggiata.

Il primo passo da seguire per un controllo superficiale del battistrada degli pneumatici anteriori è girare il volante prima tutto a destra e poi tutto a sinistra. Dopodiché, si procede con il controllo della tacca del battistrada: questo tassello rappresenta un vero e proprio indicatore di usura (TWI), alto 1,6 millimetri. Di fatto, gli intagli degli pneumatici devono avere uno spessore residuo equivalente ad almeno 1,6 millimetri per non incappare in una sanzione di 78,00€. Gli esperti, dunque, consigliano di effettuare un cambio di pneumatici quando questo spessore misura 3 o 4 millimetri.

Se non si dispone di un profondimetro, una rapida tecnica alternativa per misurare lo spessore delle scanalature degli pneumatici prevede l’utilizzo di una moneta: con pneumatici estivi si utilizza una moneta da 1 euro, mentre una moneta da 2 euro con quelli invernali. Se il battistrada non copre interamente la corona dorata della moneta, allora è arrivato il momento di cambiare pneumatici.

Check-up pneumatici: spalla e pressione 

L’elemento della spalla di uno pneumatico riguarda la protezione delle tele interne nella sezione laterale che va dal bordo del cerchio fino alla fine del battistrada. Una spalla in regola garantisce stabilità e sostegno, in qualità di zona di appoggio, soprattutto durante le curve. Una deformazione o anomalia della spalla costituisce, quindi, un grosso pericolo.

Una corretta funzionalità della spalla è ostacolata dalla pressione inadeguata degli pneumatici. La pressione non deve essere inferiore né superiore rispetto ai valori indicati dalla casa automobilistica nel libretto di uso e manutenzione, sulla spalla dello pneumatico o sul laterale della portiera.

Per controllare la pressione dello pneumatico si utilizza lo strumento denominato manometro che deve essere collegato alla valvola dello pneumatico da esaminare. Risulta, dunque, fondamentale che questa operazione venga eseguita a gomme fredde, a cadenza mensile.

Ultima modifica: 28 luglio 2022