Moto usate: guida all’acquisto di una moto usata

719 0
719 0

Nell’acquisto di moto usate, sarà importante considerare alcuni fattori ed effettuare delle valutazioni accurate. Ecco alcuni consigli.

Nell’acquisto di una moto usata, moltissime sono le possibilità; potrete spaziare ed effettuare la vostra scelta, tra moltissimi brand disponibili, più o meno affidabili, come Kawasaki, Honda, Bmw, Cagiva, Ducati, Guzzi, Aprilia ecc. A seconda del modello, cambieranno inevitabilmente le offerte; esse andranno inevitabilmente a calare in quantità in riferimento alle novità dei modelli. I costi saranno ovviamente relazionati a quello che è il prestigio dei modelli e delle case costruttrici. In questa guida vi daremo alcuni consigli preziosi su come effettuare la scelta di una moto usata più adatta alle vostre esigenze.

Perchè comprare l’usato

Soprattutto se siete motociclisti alle prime armi, scegliere un modello di moto usata oggi, vi permette sicuramente di risparmiare sull’acquisto, rispetto alla scelta di un modello di motoveicolo nuovo. Sicuramente oggi esistono molte formule di usato sicuro e con piccoli accorgimenti, sarà possibile acquistare dei veicoli caratterizzati dalla massima affidabilità ed efficienza.

Se la moto usata che volete acquistare sarà la vostra prima moto, vi converrà puntare su un modello base; in questo modo avrete modo di testare, oltre alle vostre capacità anche le prestazioni di una moto non troppo impegnativa da guidare. Potrete in questo modo concentrarvi sulla maneggevolezza, andando a conciliare questi aspetti con i costi del veicolo.

Accorgenze prima di acquistare

Prima di ottimizzare l’acquisto di un motociclo usato, sarà prima di tutto fondamentale esaminare in modo accurato la carrozzeria. Controllate con attenzione la verniciatura e che non siano presenti dei segni che vi facciano inevitabilmente pensare a riparazioni operate in passato. A tal proposito controllate che la vernice sia uniforme e liscia, senza segni di carteggiatura. Fate inoltre attenzione che non vi siano dei graffi sui carter motore, sulle pedaline, sugli stabilizzatori e sull’estremità delle leve della frizione.

Vi consigliamo di effettuare un controllo accurato anche sulla zona del cannotto dello sterzo, e i suoi relativi fine corsa; controllate con attenzione che non vi siano evidenti segni di urti frontali e parti che sono state riverniciate; esse potrebbero celare delle incrinature del telaio.

Sarà poi necessario verificare il funzionamento della forcella; fatelo provando a sollevare la moto dal manubrio; sarà importante che la forcella non affondi di colpo; il suo ritorno in posizione dovrà avvenire con regolarità. Controllate infine che non vi siano segni di fuoriuscita d’olio, nelle seguenti parti: paraoli forcella, alberino comando pedale cambio, paraolio albero pignone, carter motore, guarnizione coperchio testa.

Ultima modifica: 28 febbraio 2018