Gomme: come riparare la foratura delle gomme della moto

1282 0
1282 0

Chi possiede un motoveicolo sa bene che la manutenzione, ordinaria e straordinaria, rappresenta un intervento necessario e indispensabile per una buona conservazione e il corretto funzionamento della moto. Tuttavia, può accedere che durante la guida, il motociclista incappi in una foratura improvvisa delle gomme, creando non pochi problemi. Come si può cambiare una gomma della moto in modo autonomo e senza l’intervento di un gommista? Scopriamolo insieme.

Come cambiare gomma moto

Cambiare la gomma della moto è molto più semplice rispetto agli pneumatici delle autovetture, soprattutto grazie alle dimensioni ridotte. Per prima cosa, è necessario porre la moto sull’apposito cavalletto affinché si possano smontare le ruote. A questo punto, dovrai avere a portata di mano le leve, fornite anche in molti kit di riparazione, per rimuovere il copertone ed estrarre la camera d’aria.

Se l’elemento perforante presenta dimensioni notevoli, sarà facile da individuare (specialmente se è rimasto conficcato nello pneumatico). In caso contrario, potrai individuare la foratura ricorrendo alla tecnica classica della bacinella d’acqua. Dovrai semplicemente gonfiare lievemente la camera d’aria facendola passare nella bacinella. Non appena noterai delle piccole bolle, potrai identificare dove è situato il foro.

Una volta che il foro è stato individuato, è possibile procedere con la relativa riparazione. Il rimedio più pratico ed efficace (ma anche quello più economico) è rappresentato senza dubbio da un kit di riparazione per le gomme. Vediamo come fare per riutilizzare la nostra gomma forata.

Riparare la foratura

La prima operazione da svolgere riguarda sicuramente la sistemazione del foro. Applica quindi la toppa inclusa nel kit di riparazione e lascia asciugare. Trascorso il tempo necessario, rimuovi accuratamente il materiale in eccesso prima di gonfiare la gomma. A seconda del tipo di kit di riparazione acquistato, controlla bene le istruzioni riportate sulla confezione al fine di raggiungere la giusta pressione delle gomme. Una volta che le gomme sono state riparate, è possibile montarle sulle rispettive ruote avendo la premura di stringere bene i dadi.

La riparazione delle gomme non richiede particolari sforzi fisici o esperienza tecnica. Dobbiamo comunque ricordare che non tutti i fori sono uguali e consigliamo sempre il parere del proprio gommista di fiducia. Ad esempio, i kit di riparazione sono molto utili e pratici, ma solo per forature lievi. Se il foro presenta una grandezza superiore ai 6 mm, sarà fondamentale cambiare la gomma per non correre il rischio di romperla.

Un rimedio utile per “tappare” il problema temporaneamente è costituito dalle bombolette sigillanti per gomme. Questo rimedio, facile da portare in viaggio, risulta particolarmente efficace in caso di forature, poiché garantisce di proseguire il viaggio in totale sicurezza.

Ultima modifica: 26 febbraio 2018