Gli errori da non fare quando si imbarca l’auto su un traghetto

4268 0
4268 0

Le vacanze si avvicinano e quest’anno avete scelto di imbarcare la vostra auto su una nave? Se siete dei neofiti non abbiate timore, abbiamo raccolto delle indicazioni per voi con una grande raccomandazione: seguire sempre le istruzioni del personale di bordo al momento dell’imbarco.

LA PROCEDURA E IL BOARDING PASS
Come per tutti i mezzi di trasporto, anche il traghetto ha le proprie regole, da seguire nel dettaglio per non incorrere in spiacevoli fraintendimenti, che possono rovinare il nostro viaggio. Ad esempio c’è moltissima confusione tra quello che è il biglietto del traghetto, che regolamenta l’acquisto avvenuto tra il passeggero e la compagnia, e il boarding pass, che è un elemento fondamentale per salire a bordo della nave. Per ottenerlo, è necessario andare alla biglietteria della compagnia scelta oppure, se l’acquisto è avvenuto online, verificare la propria casella email per recuperare il boarding pass da stampare. Di norma si tratta di un biglietto con QR code, diviso in due con le indicazioni di passeggeri, auto e destinazione.

Leggi anche: Le vacanze low cost si possono fare anche in auto. Ecco come 

ARRIVARE CON LARGO ANTICIPO
Alcune compagnie di navigazione non richiedono più di mezz’ora. In ogni caso è consigliabile, soprattutto nei periodi di grande affollamento, come l’estate, anticipare l’arrivo al porto di almeno un’ora e mezza, così che possiate posizionare l’auto sul molo di partenza e seguire le indicazioni del personale di bordo. Le operazioni di imbarco iniziano con almeno mezz’ora di anticipo.

DOVE PARCHEGGIO?
Questa è la più grande paura di chi affronta la nave per la prima volta: mi faranno entrare in retromarcia, riuscirò a fare le manovre necessarie? Non c’è da preoccuparsi, ma occorre essere molto attenti e ascoltare ciò che viene detto dal personale all’imbarco. Vi guideranno nel posizionamento dell’auto, che deve essere fatto con precisione, così da non occupare troppo spazio e permettere l’ingresso al traghetto a tutti i passeggeri. Se non ci si sente troppo sicuri, comunque, non guasta chiedere una volta in più.

PORTARE TUTTO IL NECESSARIO
Prima di scendere dall’auto, ormai parcheggiata, è meglio controllare di avere con sé tutto il necessario per il viaggio sul ponte. In navigazione le porte dei garage si chiudono e non è più possibile scendere alle auto o recuperare oggetti al loro interno. È importante, infine, dare un’occhiata salendo sul ponte della nave alle indicazioni dei garage: solitamente le varie zone sono segnalate con una lettera, da ricordare per non perdersi.

Ultima modifica: 9 luglio 2017