Fuoristrada 4×4 usati: vantaggi e svantaggi

498 0
498 0

Sicuramente si tratta di un mercato di nicchia, anche se non sono pochi i fuoristrada che circolano sulle strade italiane. Sebbene infatti siano veicoli adatti soprattutto ad affrontare terreni impervi e salite rigorose – il loro habitat naturale è quello montano – possono dare notevoli soddisfazioni anche nelle giungla urbana, quando la trazione 4×4 diventa un accessorio fondamentale, per esempio in caso di parcheggi “selvaggi” su marciapiedi particolarmente alti. E’ qui che la trazione integrale dà il meglio di sé e può realmente fare la differenza, suscitando l’invidia di chi invece ha scelto un’automobile ribassata e con assetto sportivo, magari a trazione posteriore.

I Fuoristrada hanno però un difetto conclamato: al netto di rarissime eccezioni, costano. Ecco perché il mercato dell’usato di questi veicoli resta un mercato florido e dinamico, tutto sommato da consigliare a chi desidera togliersi lo sfizio di guidare un 4×4. Ma per non incorrere in brutte sorprese è bene documentarsi bene e fare tutte le valutazioni del caso. Vediamo dunque quali sono i vantaggi e gli svantaggi che si celano dietro l’acquisto di Fuoristrada a trazione 4×4 usati.

Caratteristiche comuni

Scegliere di acquistare un Fuoristrada non è una scelta casuale: in generale a farlo sono gli appassionati del genere, solo una minima parte degli acquirenti ne ha un bisogno reale. D’altro canto, si tratta di mezzi in grado di generare emozioni forti: il meglio lo danno in condizioni difficili, quando il manto stradale è ricoperto di neve, quando il tragitto è particolarmente impervio e il terreno si fa notare perché esageratamente accidentato. In queste occasioni, naturalmente, essere alla guida di un Fuoristrada può fare davvero la differenza. Ma – seriamente – quante volte capita di trovarsi in condizioni così gravose? A meno che non si viva in una baita di alta montagna, o si faccia un lavoro particolarmente avventuroso, il più delle volte il Fuoristrada è un desiderio che esula dalle reali necessità.

Gli amanti del genere, ovviamente, obietteranno e tutto sommato faranno anche bene: essere in possesso di un Fuoristrada con trazione 4×4, significa dominare e gestire al meglio anche il traffico cittadino. Chi abita nei centri urbani più affollati e maggiormente carenti di parcheggi concorderanno: salire su un marciapiede per conquistare l’unico parcheggio disponibile, non è una missione da tutti. Detto questo, come si diceva, fatta eccezione per alcuni modelli, il Fuoristrada è un capriccio che costa: solitamente i cavalli a disposizione sono tanti, la tecnologia, gli pneumatici, gli allestimenti non sono banali e portano in alto il prezzo di questi veicoli. Ecco perché può essere conveniente scegliere un veicolo usato.

Vantaggi dell’usato

Il primo e forse vero e unico vantaggio dunque lo abbiamo già anticipato: chi acquista un Fuoristrada 4×4 usato di sicuro risparmierà una bella cifra rispetto a chi sceglierà la strada del nuovo. E poiché spesso il fascino di questi veicoli è quello di essere anche un po’ vissuti, non importa se la carrozzeria non sarà luccicante e in perfette condizioni: d’altro canto, si sa, si tratta di veicoli progettati per le missioni difficili, o forse impossibili.

Quello che invece è importante verificare è che il veicolo sia in ottime condizioni tecniche: ammortizzatori, sospensioni, freni, pneumatici devono essere perfettamente manutenuti, pena la compromissione della sicurezza del mezzo. E’ bene quindi provare il veicolo, verificarlo, magari facendosi supportare dal pare di un meccanico di fiducia.

Svantaggi

Ed ecco, quindi, che si è arrivati facilmente a definire gli svantaggi di un acquisto di questo tipo: i veicoli usati, anche se ben verificati prima di procedere alla compravendita, possono purtroppo celare brutte sorprese. Sorprese che, il più delle volte, vengono fuori quando ormai l’affare è concluso ed è quindi impossibile contare sul vecchio proprietario.

Pertanto, se si decide di procedere all’acquisto di un Fuoristrada 4×4 usato, meglio andare sul sicuro, magari rivolgendosi alla concessionaria di fiducia, che in qualche modo potrà dare qualche garanzia in più rispetto a un privato del tutto sconosciuto. Ciò naturalmente non significa che non ci siano privati in buona fede: ottimi affari si possono fare anche al di fuori dei concessionari, ma è importante procedere con cautela e diffidare di prezzi troppo bassi, di troppe remore nel far provare il veicolo, e nell’esagerata fretta di chi vende nel chiudere la questione. In generale, un consiglio circa la classe ambientale di appartenenza vale sempre: meglio non acquistare veicoli troppo vecchi (Euro 0-Euro4), poiché spesso e volentieri questi veicoli sono Diesel. E poiché il Diesel ultimante è nell’occhio del ciclone del legislatore, meglio evitare di acquistare fuoristrada troppo vecchi. Il rischio concreto, infatti, è quello di non poterli utilizzare perché banditi dalla circolazione.

Scelta di un Fuoristrada

Fatte tutte queste puntualizzazioni, l’acquisto di Fuoristrada 4×4 usati è tutt’altro che una cattiva scelta, soprattutto se si tratta di togliersi uno sfizio. Se, infatti, non si ha la necessità di mettersi alla guida di un veicolo così specifico, ma si vuole provare solo l’ebbrezza di guidarne uno per un determinato periodo, la scelta dell’usato risulta di gran lunga la migliore.

Come si diceva, infatti, questi veicoli – soprattutto se nuovi – sono molto costosi e il gioco potrebbe non valere la candela. Oltretutto, molti modelli sono ripetitivi e non vanno mai in pensione, altri sono dei grandi classici che tutti gli amanti del genere desiderano, quindi il rischio di acquattare un Fuoristrada vecchio e non più alla moda è molto basso. Pertanto, se lo scopo dell’acquisto è quello di togliersi uno sfizio e poi decidere, più avanti, se davvero il Fuoristrada 4×4 è una scelta vincente o se è solo un’esperienza da relegare a un paio di anni, l’usato è una scelta intelligente. Ma, diciamolo subito, difficilmente si tornerà indietro e si acquisterà un’automobile dall’assetto ribassato.

Ultima modifica: 9 gennaio 2019