Fumare in auto, art 173 bis del codice della strada: cosa dice

5347 0
5347 0

Fumare in auto, specie si è in mezzo al traffico, è un gesto che può risultare talvolta talmente automatico da non impegnare pensieri specifici. Il Codice della Strada, invece, risulta meno d’accordo con questa “spontaneità” sanzionando coloro che fumano durante la guida con ammende che vanno, al pari di coloro che fumano dentro ai locali al chiuso, da 25,00 euro a 250,00 euro a seconda dei casi.

Questa la normativa di base che accomuna la sigaretta allo smartphone o comunque ad un qualsiasi dispositivo mobile. L’elemento chiave della sanzionabilità è la distrazione dalla guida che anche il semplice gesto di accendere la sigaretta, o di buttare la cenere provoca. Nel caso in cui il guidatore sia il solo occupante dell’auto, nel caso di veicolo fermo non vigono le normative di cui sopra e sarà libero di tirare boccate di fumo senza incorrere in nessuna sanzione.

Passeggeri in auto

Cosa ben diversa invece se ci sono dei passeggeri in auto, oltre al conducente. Se si tratta di persone adulte, capaci di decidere per sé vigono le regole appena descritte; se invece gli occupanti dell’auto appartengono a due categorie specifiche le cose cambiano. Quando l’auto è occupata, oltre che dal conducente, da donne in evidente stato di gravidanza o da minori al di sotto dei 12 anni la sanzione sale a 500,00 euro e non vi è differenza tra veicolo in sosta o veicolo in movimento, vigono le stesse regole. Se i minori hanno un’età compresa tra i 12 ed i 18 anni vigono, invece, le regole generali. Principio cardine della normativa è la respirazione forzata da parte di questi soggetti del fumo passivo, i cui effetti sono ben più gravi di quello attivo.

C’è una precisazione da fare, sollevata da molti, ed è la situazione che riguarda invece gli anziani, molte volte incapaci di decidere. Riguardo a loro la legge non si esprime quindi diciamo che sarebbe corretto rifarsi alla cosiddetta “buona norma” ed evitare in loro presenza di produrre fumo passivo.

Bisogna poi fare un ultimo appunto sulla proposta di legge che riguarda l’inasprimento della sanzione che coinvolgerebbe la sospensione della patente nei casi di fumo alla guida. Si tratta di una proposta di legge ancora in discussione, i cui limiti e casistiche sono ancora da decidere e che divide le opinioni riguardo alla tematica principale, ma che si presume sia probabilmente il prossimo passo normativo nell’ambito del tema sigarette.

Ultima modifica: 18 maggio 2017