Frizione auto: cos’è e a che cosa serve?

16722 0
16722 0

Che sia meccanica, a filo, elettronica, doppia, collegata ad un cambio meccanico, automatico o elettronico la frizione auto è un elemento essenziale

La frizione è un elemento essenziale non solo in ogni automobile ma anche per le moto o qualsiasi veicolo meccanico dotato di un cambio. E’ un meccanismo che permette di passare da un rapporto del cambio ad un altro senza che interferisca il movimento rotatorio del motore. In sostanza un insieme di tre elementi di forma circolare che, in senso letterale, spinge e separa momentaneamente la trasmissione del movimento rotatorio del motore al cambio vero e proprio. Sia che si tratti di un cambio manuale meccanico o di un cambio automatico o sequenziale, la frizione interviene nello stesso momento, ossia al cambio della marcia. Nel caso di un cambio meccanico la frizione viene attivata attraverso un pedale attivato manualmente, nel caso di cambio automatico o sequenziale la frizione non necessita di attivazione manuale.

Il cambio

Il cambio di un’auto è dotato di diversi rapporti che creano una proporzione tra i giri che il propulsore effettua e la sua trasmissione alle ruote per causare movimento. Per esempio la classica prima marcia crea un rapporto in cui 1.000 giri in uscita dal propulsore diventano 250 giri in trasmissione alle ruote, in questo senso la prima marcia è considerato un rapporto ridotto, via via la seconda e la terza sono pur sempre rapporti ridotti, in maniera sempre minore; la quarta marcia è chiamata anche presa diretta perché 1.000 giri in uscita dal propulsore diventano 1.000 giri in trasmissione. La quinta marcia, così come la sesta vengono considerate marce da lunga strada perché sviluppano, appunto, rapporti lunghi (la quinta marcia fa sì che 1.000 giri in uscita dal propulsore diventino 1.250 durante la trasmissione, con la sesta il rapporto si allunga ulteriormente).

Si tratta di una parte meccanica soggetta ad usura che dipende ed ha un rapporto diretto col suo utilizzo. Per esempio una citycar, principalmente utilizzata all’interno del circuito cittadino, sicuramente subirà una sostituzione di frizione molto prima di un’auto che svolge principalmente la sua mansione in autostrada. Perché? La risposta è abbastanza semplice, in città si è costretti ad usare maggiormente ed in maniera continuativa il cambio (semafori, traffico, passaggi pedonali, incroci etc..), di conseguenza la frizione viene interpellata di continuo. In autostrada una volta inserita la quinta o la sesta marcia probabilmente verrà mantenuta per diverso tempo. Di conseguenza la frizione verrà interpellata abbastanza raramente.

Ultima modifica: 31 marzo 2017