Finestrino auto a manovella: consigli su come sbloccarlo

97 0
97 0

Esiste ancora il finestrino auto a manovella? Certamente, e non solo nelle auto d’epoca o per gli amatori: ci sono auto, ancora piuttosto recenti, che non prevedono tra gli optional gli alzacristalli elettrici e l’assurdo è che, se qualcosa nel delicato meccanismo del finestrino “manuale” non funziona, ci sono officine che non riescono a risolvere il problema, in quanto tutte abituate a lavorare solo con gli alzacristalli automatici.

L’affascinante meccanismo a cremagliera 

Una curiosità: l’alzacristalli elettrico ha appena compiuto settant’anni. La prima auto che lo montò era una Packard, ma fu la Cadillac nel 1953 a mettere questo prodotto in ordine sulla El Dorado. Il brevetto è di un italiano, un signore che si chiamava Virgilio Rossato, eppure nel nostro paese le prime auto dotate di alzacristalli elettrico sono del 1970.

All’epoca, i due grandi optional erano l’alzacristalli e l’antenna che si alzava e abbassava elettricamente quando si accendeva l’autoradio. Ma chi, ancora oggi, gira la manovella deve prestare un po’ di attenzione e cautela a un meccanismo molto affascinante ma anche piuttosto delicato. Il sistema viene definito a cremagliera: la manovella gira un perno che agisce su un braccio che alza e abbassa il sostegno del cristallo. Il vetro è piuttosto pesante e può capitare che con l’utilizzo e l’umidità qualcosa nel delicato meccanismo si inceppi e il vetro si blocchi.

Volendo, si può procedere autonomamente ma occorre molta cautela. Il rischio è di piegare uno dei meccanismi interni o di rompere il vetro.

Sbloccare o sostituire il finestrino auto a manovella

Se il blocco si è verificato per un malfunzionamento meccanico forse si dovrà procedere a una qualche sostituzione; se invece qualcosa, a volte capita, è caduto all’interno dell’intercapedine della portiera e blocca il finestrino, bisogna provare a sbloccare il meccanismo senza fare danni.

La cosa migliore è togliere l’intelaiatura interna della portiera, di solito bloccata da piccole viti o da ganci a pressione, e, a quel punto, avremo la situazione del meccanismo sotto gli occhi e ci renderemo conto di cosa non gira. Teniamo a portata un po’ di lubrificante, evitiamo i colpi e proviamo a far salire il vetro forzando con la manovella e aiutando la salita con le mani sotto il montante. Se la cremagliera ha deciso di non funzionare più si deve sostituire: è un’oretta di lavoro abbondante per un meccanico esperto.

Il pezzo si trova facilmente a un prezzo non troppo elevato, tra i 30 e i 50€. E se si vuole fare l’upgrade a un sistema elettrico è possibile con pochi soldi in più.

Ultima modifica: 9 agosto 2019