Film auto distrutte: ecco il film che detiene il record

340 0
340 0

Il massiccio utilizzo della tecnologia e dei computer ha ridotto considerevolmente il numero di auto distrutte sui set cinematografici: fino agli anni ’80 quando si progettavano pellicole estremamente spettacolari e con scene intense anche sulle strade e al volante, esisteva un professionista dedicato, il car manager, che aveva l’incarico di procurarsi lotti di auto sinistrate o seminuove e metterle in condizioni di reggere la scena. L’abilità di regista e operatori avrebbe fatto il resto. Parlando di film auto distrutte, vediamo quello in cui sono state distrutte il maggior numero di auto.

Film auto distrutte: il record è di Transformers 3

Le cose sono drasticamente cambiate con la post-produzione al computer, anche se alcuni registi non rinunciano alla verisimilitudine di testa coda e auto capottate: il film che conta il maggior numero di auto distrutte sul set è il terzo capitolo della saga Trasformers: ben 532 auto sono state accompagnate allo sfasciacarrozze dopo la conclusione delle riprese. Il film, girato nel 2011 da Michael Bay, ha sfiorato tre Oscar ma senza dubbio passerà alla storia per questo primato come miglior “film auto distrutte”, che potrebbe restare imbattuto molto a lungo.

Come spesso accade di fronte a produzioni particolarmente spettacolari e rischiose, Trasformers 3 è stato purtroppo teatro di gravi incidenti: un’attrice fu gravemente ferita alla testa mentre guidava un’auto di scena e la Paramount fu costretta a risarcire il danno con quasi mezzo milioni di dollari.

Il terzo capitolo di Transformers è in assoluto il più dispendioso e in tanto sacrificio è andata distrutta l’auto più importante, la Chevrolet Camaro gialla modificata che rappresenta Bumblebee: andò distrutta per una distrazione dello stunt driver durante una ripresa. Si dice che Michael Bay fosse furioso perché aveva già programmato di portarsela a casa al termine delle riprese che vennero tardate di una settimana, il tempo di allestire un’altra Camaro.

John Landis e la mania di distruggere sul serio auto reali

Al film “Jason Bourne”, episodio della saga interpretata da Matt Damon va il record del maggior numero di auto distrutte in un’unica sessione di riprese, ben 170. Alla saga di Fast and Furious va invece quello di aver demolito il maggior numero di vetture, 1071, ma nel corso degli otto episodi della rassegna interpretata da Paul Walker, Vin Diesel, Dwayne Johnson e Jason Statham. Sono già in produzione altri due spin off: gli investimenti per le auto da utilizzare sfiorano i 15 milioni di dollari.

Ma il film che in assoluto lanciò il sensazionalismo delle auto distrutte fu il classico di John Landis “Blues Brothers”: nel primo film il regista pretese auto in buone condizioni per azioni in movimento. Le macchine dovevano essere distrutte sul serio: acquistò all’asta 60 auto della polizia che vennero utilizzate per la scena del supermercato e per quella dell’inseguimento finale verso Chicago: non se ne salvò una. Quella di Elwood e Joliet Jake parcheggiata davanti all’ufficio del fisco fu fatta saltare con microcariche per dare la sensazione della demolizione sul posto.

Il record di 103 auto distrutte rimase imbattuto fino al remake del film, venti anni dopo. John Landis pretese di distruggere almeno una macchina in più rispetto al primo episodio. E così fece, distruggendo 104 vetture. Non abbastanza per mantenere il record davanti a “Fast and Furious” e “Trasformers”.

Ultima modifica: 21 novembre 2019