Fari a LED: principali vantaggi e svantaggi

7264 0
7264 0

I fari a LED stanno riscuotendo molto successo nell’automotive, sia per le proprie prestazioni che per lo stile che conferiscono all’autovettura.

Il LED (acronimo inglese che sta per Light Emitting Diode) è un apparato ottico-elettronico che sfrutta la capacità di alcuni materiali semi-conduttori di produrre luce per emissione spontanea. Nel campo della tecnologia dell’illuminazione, si può dire che il LED rappresenti un ritrovato ad alta efficienza e che offra un non irrilevante risparmio di energia.

Com’è noto, ormai da parecchi anni questa tecnologia ha fatto il suo ingresso anche in campo automobilistico. Nelle nostre auto i fari a LED sono costituiti internamente da un circuito integrato e, all’esterno, da due filamenti: uno va al polo negativo (che riceve corrente elettrica da una sorgente a basso voltaggio) mentre l’altro al positivo.

Nelle macchine moderne trovano impiego per i fari anteriori, per le luci di posizione, per quelle di cortesia dentro l’abitacolo, per le luci posteriori e infine per quelle che illuminano la targa. Si parla di “full LED” se queste particolari lampade sono montate sia negli abbaglianti che negli anabbaglianti.

Consideriamo quali possono essere i pro e i contro del LED sulle vetture.

I vantaggi dei fari a LED

Il vantaggio principale dato da una illuminazione auto a LED è l’ampiezza dell’area servita dal gruppo illuminante. Questo perché, paragonati ai tradizionali gruppi ottici, i LED possiedono una sfumatura di colore che si differenzia di poco rispetto a quella dell’illuminazione diurna. Inoltre consumano una quantità di energia molto inferiore, si calcola fino a cinque volte in meno rispetto alle altre tecnologie.

Un altro punto a favore dei fari a LED è la propria durata. Installati da chi se ne intende, durano più a lungo di qualunque altro tipo di illuminazione e pertanto incidono positivamente, in maniera indiretta, sul consumo di carburante.

Ancora: danno una luce senza raggi infrarossi e ultravioletti; inoltre non patiscono l’umidità e resistono meglio dei gruppi ottici tradizionali alle vibrazioni; siccome sono piuttosto compatti, poi, possono essere montati in numero maggiore rispetto ai vecchi fari e offrono maggiore luminosità.

E infine non hanno bisogno di manutenzione. Le case costruttrici amano dichiarare che i fari a LED hanno una durata praticamente infinita: questo per il semplice fatto che non sono soggette a fulminarsi.

Gli svantaggi

Lo svantaggio principale delle lampade LED è che per funzionare producono parecchio calore, il che rende necessario montare degli apparati di dissipazione, cioè, essenzialmente, delle ventole di raffreddamento.

Un altro svantaggio, infine, è che se dovesse capitare di dover sostituire il gruppo ottico a LED, per un incidente o quant’altro, la spesa sarebbe significativamente maggiore che nel caso di sostituzione dei fari tradizionali.

Ultima modifica: 3 ottobre 2018