Come diventare carrozziere professionista

247 0
247 0

I carrozzieri sono professionisti capaci di far tornare nuova una macchina malmessa o addirittura di cambiarle aspetto.I primi carrozzieri della storia erano coloro che costruivano e riparavano i cocchi e le carrozze, prima dell’avvento del motore.

Carrozziere, storia della professione

Col progresso e con lo sviluppo dei mezzi di trasporto, nel corso dei secoli il significato del termine è cambiato e ora si riferisce ad artigiani che realizzano ex novo o aggiustano la carrozzeria delle automobili.

Esistono due tipi di carrozzieri: riparatori di carrozzerie e creatori di carrozzerie;

  • riparatori di carrozzeria sono detti anche tuner, ed elaborano automobili convenzionali oppure disegnano e realizzano ex novo veicoli in serie limitata. Tuner famosi sono Pininfarina, Bertone, Giugiaro Design.
  • carrozzieri comuni sono invece creatori di carrozzerie, quindi si occupano più propriamente di aggiustare la parte esterna e di rilievo estetico delle automobili o di altri veicoli. Nella carrozzeria le operazioni di riparazione comprendono: smontaggio parti danneggiate; raddrizzamento scocca; carteggiatura; stuccatura; verniciatura e asciugatura; lucidatura; rimontaggio e rifinitura. Chi ha la passione per le auto può trasformarla in un lavoro. Ecco come.

Come diventare carrozziere professionista

Chi vuole intraprendere questa professione può scegliere se frequentare corsi di formazione professionale dopo la scuola dell’obbligo, istituiti ogni anno dagli enti locali (Regioni, Province, Comuni). Iscrizione e partecipazione a questi corsi possono essere gratuite o parzialmente sovvenzionate e la durata di solito è di circa 600 ore, quasi la metà di stage.

I corsi professionali prevedono lezioni di carattere teorico e pratico incentrate sulla diagnostica dei danni, lo smontaggio e rimontaggio di parti meccaniche e della carrozzeria, lavorazioni generali e verniciatura. Dopo ogni corso viene rilasciato un attestato di qualifica professionale.

In alternativa, per diventare carrozziere, si può frequentare un istituto tecnico specializzandosi in meccanica, meccatronica ed energia o un istituto professionale con specializzazione nel settore industria e artigianato.

Da ultimo, per coloro che sono in cerca di occupazione e vogliono riconvertirsi, è possibile iscriversi e seguire corsi professionali gratuiti predisposti dagli enti locali per i disoccupati che vogliono riqualificarsi. Maggiori informazioni saranno disponibili sui siti di Regioni, province e comuni e sui portati e siti degli Informagiovani.

Possibilità lavorative

Terminati gli studi, è necessario svolgere un periodo di pratica come apprendista presso una carrozzeria autorizzata. Dopo di che si possono scegliere due percorsi professionali: lavorare come dipendente presso un laboratorio artigianale o nelle carrozzerie annesse ai grandi rivenditori e/o produttori di automobili oppure aprire un’attività in proprio.

Ultima modifica: 19 maggio 2020