Dispositivi salvavita che non possono mancare in auto

283 0
283 0

Nell’era della connessione, sono moltissimi i dispositivi salvavita con cui è bene equipaggiare la propria auto. E poiché oramai si tratta di tecnologia alla portata di tutti – sono infatti tutti i costruttori a montarli, non soltanto i big – il consiglio è di investire in questo senso. Sì, perchè la sensoristica oggi a disposizione praticamente su tutti i modelli, è un passo concreto verso quella che presto sarà la guida autonoma. E pertanto, giacché disponibile, perchè non farsi aiutare e supportare dall’innovazione tecnologica?

Dispositivi salvavita: la sicurezza al primo posto

I dispositivi di intrattenimento, i navigatori, le luci a led, i cerchi in lega, i sedili in pelle. Sono moltissimi gli optional che si possono acquistare quando si compra un’auto nuova. Quelli su cui non si dovrebbe mai lesinare, però, sono i dispostivi salvavita. Un esempio per tutti, quello che oggi è diventato un vero e proprio ever green, ossia l’air bag. E’ vero che oggi la maggior parte dei modelli lo monta di serie, ma lo fa soprattutto sul lato guidatore, lasciando sprovvisto il lato passeggero. Il consiglio è quindi quello di equipaggiare l’auto con airbag per tutti: meglio rinunciare ai sedili in uno speciale tessuto, ma salvaguardare la sicurezza di sé stessi e di chi viaggia a bordo della nostra vettura.

Gli ADAS, questi sconosciuti 

Oramai da qualche anno, sulle vetture di tutti i marchi, non soltanto nell’alto di gamma, hanno fatto la loro comparsa gli Adas, ossia tutti quei dispositivi salvavita che rendono la vita di chi guida decimante meno concitata. Per esempio, primo tra tutti gli Adas, vi è sicuramente la frenata assistita. E’ vero che al conducente resta comunque l’impegnativo compito di sorvegliare costantemente la situazione, ma è altrettanto vero che, con la frenata assistita, il rischio di collisione con altri veicoli, con ostacoli o con perdoni si riduce di molto.

Ma sono anche altri i dispositivi che aiutano il conducente, basti pensare alla segnalazione del superamento della corsia, oppure il dispositivo che stabilizza l’auto in caso di vento. Tutti questi ADAS sono possibili grazie all’impiego di raffinati radar e sensori: se si acquista un’auto nuova, vale la pena fare l’investimento.

Ultima modifica: 5 luglio 2019