Dieta sicura in estate: cosa mangiare per viaggiare sicuri

585 0
585 0

Pensare a cosa mangiare per viaggiare sicuri è importante per guidare mantenendo la lucidità e la concentrazione necessarie, senza appesantire la digestione. Leggerezza e digeribilità sono le caratteristiche giuste dei cibi da mangiare prima di mettersi in macchina. Ecco di seguito alcuni consigli.

Come affrontare il pranzo prima di viaggiare in macchina

Per mantenere la necessaria efficienza e lucidità alla guida, l’alimentazione è fondamentale e scelte sbagliate possono rivelarsi dannose o addirittura pericolose, specialmente se si è stanchi. Prima di mettersi alla guida per un viaggio verso la propria meta vacanziera, è quindi importante un pasto leggero e digeribile: bisognerà considerare sia la quantità che la qualità dei cibi, specialmente nella loro interazione con la lunghezza del viaggio, l’impegno nel percorso, le eventuali pause.

Stare al volante per molte ore può comportare un consumo calorico compreso tra 1000 e oltre 1300 calorie al giorno, pertanto mangiare troppo è sbagliato, ma lo è anche partire a digiuno, in quanto si possono manifestare cali eccessivi della glicemia. Al contrario, pasti sovrabbondanti e ricchi di grassi favoriscono la sonnolenza, i dolori addominali e il bruciore di stomaco.

Per quanto riguarda gli alimenti nutrienti, si devono prediligere fonti proteiche magre, carboidrati complessi (in modica quantità), vitamine e minerali (frutta e verdura fresche: l’anguria ad esempio contribuisce anche all’idratazione). I grassi vanno ridotti al minimo, è fondamentale mettersi alla guida dopo aver dormito bene e il giusto. Per chi guida, inoltre, sono sconsigliati i farmaci, che possono dare intorpidimento e favorire la sonnolenza: per questo meglio consultare il proprio medico.

L’importanza della colazione

Per viaggiare sicuri, se si parte di primo mattino, la colazione ha un ruolo fondamentale. Questa, infatti, permette di approvvigionarsi dell’energia necessaria ad affrontare il viaggio e per non arrivare troppo stanchi e affamati al pranzo. Meglio comunque evitare dolci farciti e ricchi di burro, preferendo frutta, cereali e prodotti da forno integrali.

Si può optare anche per qualcosa di salato come un panino al prosciutto crudo. La prima colazione può essere accompagnata da acqua, tè o caffè, mentre il latte non è l’ideale quando si deve viaggiare a lungo. E’ sconsigliato fare la colazione in auto in modo affrettato, ancor peggio mentre si guida, poiché l’apertura delle confezioni dei prodotti alimentari può causare distrazioni.

Pranzo nutriente e leggero per viaggiare sicuri

La pausa pranzo deve fornire la giusta quantità di principi nutrienti senza appesantire. La soluzione ideale è un pasto a tavola, con un menù leggero e vario, come prevede la dieta mediterranea (quindi un po’ di pasta condita in maniera semplice e leggera, legumi, verdure). Un’insalata mista è una soluzione ottimale per l’apporto di fibre, vitamine e sali minerali, utili perché contribuiscono a dare sazietà senza appesantire. Anche un panino – se ben bilanciato – potrà essere una buona scelta, meglio se a base di pane integrale, più nutriente e dall’impatto glicemico inferiore.

Per la farcitura, sono adatti i salumi magri, il pollo o il pesce, da abbinare alle verdure fresche o grigliate. Meglio evitare salse grasse. Se si viaggia dal mattino e si fa una pausa pranzo, dopo mangiato è bene fare un po’ di movimento prima di riprendere il viaggio, e può bastare una breve passeggiata. Se si decide di partire al pomeriggio, invece, il pranzo diventa importante e in questo caso è consigliabile una pennichella prima di mettersi alla guida. Qualora si viaggi di notte è necessario evitare i cibi che possono favorire la sonnolenza, per orientarsi verso quelli in grado di stimolare la veglia, come le proteine magre.

Come spuntini da consumare in auto sono ideali i semi (noci, mandorle, ecc.) perché spezzano la fame e non provocano cali glicemici. Sono alimenti molto energetici e ne basta una manciata per introdurre dosi sufficienti di proteine, grassi vegetali, minerali e carboidrati. In alternativa si può consumare anche un frutto.

Cosa bere durante il viaggio

Oltre al cibo bisogna scegliere bene cosa bere per viaggiare sicuri, specialmente in estate. Va sottolineato che alcolici e superalcolici devono essere assolutamente evitati, perché il loro consumo riduce i riflessi oltre a disidratare e alterare la termoregolazione corporea. Le conseguenze sopra dette, mettono in serio pericolo la sicurezza di tutti. Esistono studi scientifici sui danni, i possibili benefici e tutte le credenze che girano intorno all’alcol.

Anche la caffeina, se ingerita in grosse dosi, può nuocere, perché aumenta la pressione sanguigna e favorisce il nervosismo e la disidratazione. Pertanto, non bisogna abusare di caffè e bibite energizzanti, come spesso invece si tende a fare in occasione di lunghi viaggi in auto.

Per idratarsi nel modo più naturale possibile, è meglio bere acqua, preferibilmente non troppo fredda, da prediligere sempre alle bibite gassate e ai succhi di frutta, troppo ricchi di zuccheri. Quando si sta in auto a lungo, soprattutto se si guida, è sbagliato bere poco, magari con l’intento di limitare il numero delle soste in bagno. È bene prendersi le pause necessarie, e provare a muoversi rispetto alla postura imposta dagli spazi limitati dell’abitacolo.

Cosa evitare accuratamente di mangiare

Dopo aver visto sopra alcuni validi consigli sui nutrienti e i cibi da privilegiare in viaggio, ora vediamo di capire meglio quali sono i cibi da evitare prima di guidare. Primo tra tutti, le fritture: rappresentano un piacere per il palato, ma sono troppo ricche di grassi, anche cotti e ciò mal si concilia con la guida. I vegetali acidi o gli aromi molto forti (cipolla, peperoni, pomodori, ecc.) possono appesantire la digestione e rendere sgradevole il viaggio per i passeggeri.

I cibi piccanti non sono consigliati anche perché generalmente inducono la sete. I formaggi, anche loro ricchi di grassi insaturi, vanno mangiati con moderazione. Per viaggiare sicuri è bene evitare anche le grigliate di carne, soprattutto di manzo o maiale. Quando si viaggia, questa pietanza allunga sensibilmente la digestione e porta ad aumentare il consumo di acqua. Pasta, riso, patate e fagioli, invece, andrebbero consumati in porzioni più piccole del solito, perché apportano molte calorie. Come suggerito sopra, meglio preparare e mangiare insalate di verdure fresche e cereali, carni bianche, panini integrali con prosciutto crudo.

Ultima modifica: 15 luglio 2021