Diesel e benzina: differenza e prezzi

467 0
467 0

E’ il dilemma che ha attanagliato gli automobilisti per decenni: meglio scegliere una vettura diesel o una a benzina? Oggi questa domanda comincia a essere un po’ incompleta, perché sul mercato auto da tempo sono in circolazione motori con diversa alimentazione che possono rivelarsi, a seconda delle esigenze, più convenienti e affidabili del diesel o della benzina.

Come orientarsi nella scelta tra diesel e benzina

Una risposta in termini assoluti, in ogni caso, non è possibile e ogni scelta può rivelarsi corretta, se correttamente vengono analizzate le necessità di un automobilista. Insomma l’auto è come un abito: deve calzare a pennello per stare bene e deve essere adeguato alla circostanza.

Andreste a una colazione di lavoro in smoking? E perché acquistare una citycar se per lavoro e per svago siete costretti a macinare chilometri in autostrada?

La differenza sostanziale, dettata anche da ragioni economiche, è che i veicoli alimentati a gasolio sono destinati a un’utenza che percorre molti chilometri all’anno. Un’auto a benzina si dimostrerebbe anti economica non soltanto per i consumi ma anche per la manutenzione. Se però, indipendentemente da altri fattori, le preferenza vanno per una guida scattante e veloce, una motore a benzina difficilmente potrà essere eguagliato da uno diesel.

Il problema del contenimento delle emissioni

Accelerazione e ripresa sono le peculiarità più accattivanti, che si pagano però in termini di consumo di carburante. Un motore alimentato a benzina brucia più velocemente il carburante, producendo nello spazio di pochi secondi il calore necessario a sviluppare una maggiore energia dinamica. E non sono certo queste le caratteristiche di una guida ecocompatibile. I motori a benzina emettono più CO2 ma meno polveri sottili.

I veicoli alimentati a gasolio di ultima generazione hanno una ridottissima emissione di CO2 e per le polveri sottili riescono comunque a rispettare i livelli fissati per legge. Con la graduale dismissione del Diesel, che alcune capitali europee intendono mettere completamente al bando dai propri centri urbani entro il 2020, i prezzi dei veicoli sono calati notevolmente, riducendo l minimo il divario con le vetture a benzina.

Anche la differenza di prezzo del carburante si è ormai ridotta. La scelta tra le due tipologie resta quindi una valutazione che può considerarsi del tutto indipendente da ragionamenti sulla riduzione dei costi di gestione.

Ultima modifica: 6 novembre 2018