Date EICMA 2022: quali sono state confermate?

2566 0
2566 0

È un evento attesissimo in tempi normali, figurarsi dopo il terribile anno di inattività che ci siamo lasciati alle spalle. Cuori e motori degli appassionati rombano più che mai per riabbracciare l’Eicma, la più grande rassegna delle due ruote del continente europeo. Come sapranno già gli amanti delle motociclette, la imperdibile vetrina si svolgerà tra il 25 e il 28 novembre. Queste le date che sono state confermate dagli organizzatori dopo una fase caratterizzata inevitabilmente da incertezze e timori di dover comunicare un nuovo nulla di fatto.

Quando verranno svolti gli Eicma

Salvo sgradite sorprese dal versante epidemiologico, l’appuntamento andrà regolarmente in scena nel periodo indicato e nella location già in corso di allestimento: la Fiera di Milano – Rho. Gli ampi padiglioni meneghini ospiteranno come d’abitudine il meglio dei produttori mondiali, i modelli più innovativi, marchi consolidati e brand emergenti. Esposizione mondiale del motociclismo, in sigla EICMA, è tutto questo ma anche un super evento che comprende spettacoli, gastronomia, socialità, incontri di approfondimento, ricerca. Con le attenzioni di tutto il mondo motoristico puntate sull’Italia, circostanza sicuramente non trascurabile.

Non è neanche il caso di dire che gli organizzatori sono al lavoro per garantire il massimo della sicurezza e della prevenzione sul piano sanitario, in linea con le più aggiornate disposizioni anti contagio. L’EICMA, come altri eventi o spettacoli, possono essere vissuti senza timori ma con grande senso di responsabilità. Non resta dunque che segnarsi date e orari: da giovedì 25 novembre a domenica 28 novembre, i padiglioni con tutte le meraviglie in esposizione saranno visitabili con apertura a partire dalle 9,30 e stop giornaliero alle 18,30.

Malgrado le oggettive difficoltà, i grandi marchi mondiali e nazionali delle due ruote hanno confermato la disponibilità a essere della partita nell’edizione che vuole essere quella del rilancio. Sono arrivati sin da subito gli ok dei giapponesi Honda e Yamaha, seguiti da Suzuki e Kawasaki. Non mancheranno Fantic Motor, Triumph, Royal Enfield, Benelli QJ, Kymco, Sym. Per quanto riguarda i produttori italiani, ha dato l’ok il gruppo Piaggio.

Non andranno invece in scena le aziende basate in Germania, altro pilastro del motorismo mondiale. Un’assenza che innegabilmente peserà, pur se non in maniera determinante in quanto l’EICMA resta un appuntamento che non vi farà mai pentire della presenza. La casa bavarese del resto da anni ha adottato una strategia di marketing che non passa per gli appuntamenti fieristici, a vantaggio di annunci sulle piattaforme digitali. A cascata, sono arrivati poi anche i forfait di Ktm e Husqvarna.

Ultima modifica: 14 ottobre 2021