Costo targa di prova: dettagli e documenti necessari

258 0
258 0

Con targa di prova, si intende una targa provvisoria che viene normalmente utilizzata da tutti i veicoli che abbiano il bisogno di circolare sulle strade pubbliche per necessità particolari, come nel caso di collaudi, di esibizioni e di trasferimenti. I veicoli che viaggiano con targa di prova, se già immatricolati, devono necessariamente essere coperti da un’assicurazione che li tuteli in merito di responsabilità civile. La targa di prova ha una validità annuale, è rinnovabile ed è nominale, ma, se ne sussiste la giusta causa, è possibile per il titolare della richiesta delegare un dipendente o un collaboratore che avrà in questo modo tutte le carte in regola per mettersi alla guida del veicolo. Ma qual è il costo targa di prova per chi ne usufruisce?

Costo targa di prova: tutti i dettagli

Una targa di prova non può essere richiesta esattamente da chiunque, è necessario rispondere a determinati requisiti. La messa in strada dei veicoli con targa di prova è disciplinata dal Ministero dei Trasporti mentre la richiesta deve essere presentata presso gli uffici della motorizzazione provinciale di competenza.

L’iter burocratico per poter attivare la richiesta è abbastanza semplice e il costo targa di prova, considerando che la validità è di un anno ed è rinnovabile, è abbastanza contenuto.

Per ottenere la targa di prova, i versamenti da effettuare presso gli uffici postali sono tre:

  1. Il primo, da realizzare sul c/c 9001, è di 10,20 euro e deve essere effettuato per la richiesta delle operazioni di motorizzazione. Tale pagamento avrà validità per il mese durante il quale viene eseguito e per i tre successivi;
  2. Il secondo pagamento è di 32 euro e deve essere fatto sul c/c 4028;
  3. Il terzo e ultimo pagamento, da versare sul c/c n. 121012, è pari all’importo di 18,37 euro.

È bene precisare che, nel caso dell’ultimo pagamento, è necessario utilizzare i bollettini prestampati che si trovano presso gli uffici. Nel momento in cui si inoltra la richiesta presso la motorizzazione di competenza, oltre ai documenti richiesti, è necessario presentare anche l’attestazione dei tre versamenti appena descritti.

Un altro dei costi da tenere presente qualora si voglia richiedere una targa di prova, è quello relativo all’assicurazione RCA. Secondo la recente modifica della normativa in vigore, infatti, tutti i veicoli già immatricolati che viaggino con una targa di prova, devono obbligatoriamente essere assicurati, pena il pagamento di una sanzione che può arrivare e superare gli 800 euro.

Ultima modifica: 4 novembre 2019