Costo patente D in caso di bocciatura

344 0
344 0

Il costo patente D varia a seconda dei prezzi stabiliti in autonomia dalle varie autoscuole e a seconda dell’eventuale opzione di affrontare la teoria da privatisti.

Esame di teoria per la D autobus

Conseguire il permesso di guida per minibus e autobus esige che si studino alcuni argomenti aggiuntivi rispetto a quelli che è necessario conoscere per guadagnarsi la patente B. Va inoltre considerato che dal 2015 l’esame di teoria per la patente D è stato trasformato a quiz. Esso consta di quaranta domande; gli errori “permessi” sono quattro; il tempo entro cui bisogna completare il quiz è di 40 minuti; se in corrispondenza di una domanda non si scrive niente, viene conteggiato come errore.

Le norme prevedono che a far data dal giorno dell’iscrizione l’aspirante neopatentato D possa affrontare massimo due prove di teoria nell’arco di sei mesi. Scaduto quel termine (o prima, se si viene bocciati per due volte), si debbono rifare tutte le pratiche (con relativo aggravio dei costi, che vedremo più nel dettaglio più sotto).

Se ti bocciano due volte

Se il candidato tenta per la prima volta l’esame di teoria e viene bocciato, non potrà ritentarlo prima che siano passati minimo trenta giorni (più precisamente, un mese e un giorno) dalla data in cui ha subito il respingimento. Se poi scadono i sei mesi di cui sopra, o se si è alla seconda bocciatura, come detto sopra occorre ripresentare ex novo tutte le carte necessarie e ricominciare la trafila burocratica.

Se invece l’esame di teoria – che, si sarà capito, è tutt’altro che una passeggiata, giustamente – va bene, allora al candidato viene rilasciato il cosiddetto “foglio rosa”, che è la conditio sine qua non per poter esercitarsi alla guida. Come per la teoria, anche per l’esame di guida ci sono sei mesi di tempo (tanto dura la validità del foglio rosa) per affrontare al massimo due prove.

Tra gli argomenti da preparare per la patente D ci sono: la classificazione dei veicoli per dimensione e peso; quali sono i dispositivi obbligatori per gli autobus; qual è la documentazione necessaria per il trasporto professionale; stile di guida e sicurezza dei passeggeri, ecc. Va notato che la presenza di un capitolo relativo al traino dei rimorchi fa sì che, se in futuro il patentato D vorrà prendere anche la DE, gli basterà affrontare soltanto l’esame pratico.

Indicativamente, il costo patente D è di: 1200 euro circa per un corso completo in autoscuola; di 850 euro circa, invece, se la teoria si sostiene da privatista e la guida all’autoscuola. Queste cifre si basano sull’ipotesi di quattro ore di guida in autoscuola. Chiaro che, come anticipato sopra, in caso di doppia bocciatura queste spese andranno sostenute una seconda volta.

Ultima modifica: 5 marzo 2019