Cosa fare quando il Telepass non funziona

48718 0
48718 0

Realizzato per ridurre le code ai caselli, il Telepass è uno dei migliori alleati degli automobilisti abituati a percorrere chilometri sulla rete autostradale del nostro Paese. Esso permette di eliminare il tempo di fermata e il pagamento manuale in uscita dall’autostrada, rendendo così il passaggio più veloce e minimizzando il rischio che si formi uno di quei tanto odiati ingorghi.

Cosa fare nel caso in cui il Telepass non funzioni

 

L’eventualità che il Telepass smetta di funzionare potrebbe presentarsi sia in entrata che in uscita dall’autostrada: l’apparecchio non rileva la tessera magnetica e la sbarra non si alza. Il primo impulso di un automobilista particolarmente impaziente e frettoloso di raggiungere la sua meta potrebbe essere quello di fare retromarcia. Manovra, questa, da evitare assolutamente: è pericolosissima in questo tipo di situazione. Piuttosto, bisogna mantenere la calma malgrado le probabili proteste degli altri automobilisti in coda, e premere il pulsante rosso visibile sulla colonnina per far partire l’allarme, attivando la comunicazione con un operatore e segnalando a lui il problema. L’operatore attiva, dunque, la sbarra alzandola e registrando contestualmente il passaggio. Per il pagamento occorre poi rivolgersi a un Punto Blu, collocato presso alcuni caselli oppure in città.

Cause del malfunzionamento del Telepass

 

La causa del problema di malfunzionamento del Telepass è quasi sempre riconducibile alla batteria del dispositivo che, dopo quattro o cinque anni, tende a scaricarsi: l’unica soluzione in questo caso è dunque sostituire l’apparecchio.

Per evitare l’inconveniente di trovarsi all’improvviso davanti a una sbarra abbassata, è possibile prestare attenzione ad alcuni ‘segnali’. Primo fra tutti il caso in cui il suono emesso al passaggio del casello inizi ad essere più flebile del solito, indice che la batteria è in fase di esaurimento. L’apparecchio, come riporta il manuale di istruzione che viene consegnato all’utente al momento dell’acquisto, andrebbe sostituito ogni quattro anni.

Ma il malfunzionamento potrebbe essere causato anche da un guasto localizzato all’impianto stesso del casello: in questo caso a individuare il problema sarà l’operatore interpellato attraverso il pulsante d’allarme, e il pagamento verrà addebitato attraverso la targa del veicolo.

Nel caso particolare in cui il Telepass non dovesse funzionare in uscita occorrerà effettuare il pagamento presso un Punto Blu, chiedendo di cancellare il passaggio in ingresso rilevato in precedenza.

Più raro il caso in cui il Telepass sia difettoso sin dal momento dell’acquisto. In questo caso occorre procedere subito alla sostituzione. Un dispositivo ben funzionante deve suonare due volte, in modo forte e chiaro, in entrata e in uscita dal casello.

Ultima modifica: 16 agosto 2018